giovedì, Febbraio 2, 2023

Franco Battiato, il fratello racconta il duo dolore: di cos’è morto

Il fratello del cantautore Franco Battiato ha parlato del suo dolore per la perdita del Maestro, spentosi questa mattina 18 maggio.

Il Maestro Franco Battiato si è spento questa mattina, 18 maggio 2021. Sono stati moltissimi i personaggi del mondo dello spettacolo e gli artisti ad esprimere il loro commiato per la morte del grandissimo artista.

Franco Battiato è stato un Maestro sia in ambito musicale che culturale e tutti coloro che l’hanno conosciuto ne hanno parlato come di una persona colta, intelligente e rispettosa. Era da quasi due anni, però, che si diceva che l’artista non stesse bene, ma la sua natura riservata l’ha portato ad allontanarsi dalle luci dei riflettori, calando nel silenzio. I suoi affetti più cari gli sono stati vicini fino alla sua morte nella sua villa di Milo, tra la cima dell’Etna e il mare della costa catanese.

LEGGI ANCHE -> Morto Franco Battiato, l’Italia piange la scomparsa del maestro

Franco Battiato, il fratello Michele racconta come si è spento

Sulla salute del cantante e la causa del decesso ha detto qualcosa il fratello di Franco Battiato, Michele: “Nelle ultime ore non ha capito, non c’era più, per sua fortuna avvolto da un coma profondo“. Lo straordinario artista si è spento nella sua villa, circondato dalle persone che gli volevano più bene.

LEGGI ANCHE -> Franco Battiato, chi era il cantautore italiano: carriera e vita privata

Franco cominciava da giorni a perdere le facoltà. Si è arrivati a un deperimento organico per cui, pian piano, si è quasi asciugato. Non si è accorto del trapasso. Circondato da me, mia moglie, mio genero, i nipoti, i collaboratori e due medici che non ci hanno mai lasciato“, così ha raccontato il fratello di Franco Battiato. I suoi funerali saranno celebrati in forma privata come fa sapere Michele: “Ho chiamato un sacerdote nostro amico. Ci sarà lui a benedire, accanto a noi, pochissimi, quasi gli stessi che mio fratello ha avuto vicini in questi mesi di sofferenza. Ecco perché abbiamo pensato al servizio d’ordine“. La famiglia desidera che l’ultimo saluto a Franco avvenga in forma privata, lontano dalle telecamere e dai giornalisti.

Può interessarti anche