giovedì, Febbraio 2, 2023

Ostia, 19enne si prostituisce per pagare i debiti del fidanzato

Un episodio tremendo ha coinvolto una ragazza, costretta a fare cose terribili. La situazione coinvolge diverse persone ad Ostia.

Ostia caso di violenza su una 19enne
Ostia caso di violenza su una 19enne Foto dal web

Una terribile esperienza scoperta ad Ostia ha riguardato una ragazza di soli 19 anni, che il suo fidanzato ed un suo amico hanno costretta a prostituirsi. La giovane doveva concedersi a degli sconosciuti allo scopo di farsi pagare, con i proventi che poi venivano utilizzati dal violento compagno di lei per pagarsi i debiti.

Leggi anche –> Bambina caduta nel fiume, ha solo 3 anni: la tragedia davanti ai genitori

Quest’ultimo ha 21 anni e l’altro malintenzionato è un 32enne. Il più giovane aveva contratto i debiti proprio con l’altro. Sono entrambi originari della Romania. La ragazza ha dovuto sottostare anche a degli abusi, oltre a non risultare protetta.

Alcuni dei suoi clienti infatti non hanno utilizzato il preservativo. Ad ogni modo il suo incubo è finito, anche se resteranno per parecchio tempo i segni, soprattutto a livello psicologico, di quanto ha dovuto subire.

La 19enne era oggetto di annunci sul web tramite i quali adescare persone interessate a consumare con lei dei rapporti carnali. E la giovane non ha potuto fare altro che subire tutto questo, senza possibilità di potersi ribellare e reagire.

Leggi anche –> Calciatore morto, trovato impiccato in casa: lasca moglie e figli FOTO

Ostia, il fidanzato della vittima: “Spada e Fasciani niente in confronto a me”

I due le avevano tolto il telefonino oltre a sottoporla a percosse ed altre lesioni. Il 19enne si vantava di essere “il vero capo di Ostia” e che, a suo confronto, “Spada e Fasciani non sono nessuno”.

Leggi anche –> Lite Piccinini-Di Canio in diretta su Sky Sport: cos’è successo?

Gli incontri a luci rosse, per nulla consensuali da parte della ragazza, avevano luogo in una camera affittata in un bed and breakfast del luogo. A legittimare il tutto c’era pure un “regolare contratto” nel quale veniva precisato come la giovane avrebbe dovuto sottoporsi anche a delle pratiche estreme.

A salvare la vittima sono stati gli agenti della Polizia Giudiziaria. I due uomini devono rispondere delle accuse di sfruttamento della prostituzione e tentata estorsione e si trovano in carcere.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Risultano delle denunce per favoreggiamento anche a carico di un italiano e di due rumene. Tutto è nato a seguito di una segnalazione anonima, nella quale le autorità hanno preso notizia della presenza di un caso di prostituzione presso un affittacamere. La giovane si trova adesso ospite in una casa rifugio per donne in difficoltà.

Foto dal web

Può interessarti anche