lunedì, Gennaio 30, 2023

Uomini e Donne, Riccardo Guarnieri e Roberta Di Padua: storia finita

I protagonisti di Uomini e Donne, Riccardo Guarnieri e Roberta Di Padua: storia finita tra i due, adesso arriva la conferma.

(screenshot video)

Adesso è anche arrivata la conferma dopo le molte illazioni: Riccardo Guarnieri e Roberta Di Padua si sono lasciati. La rottura definitiva si è consumata proprio negli stessi studi di Uomini e Donne che hanno lanciato la coppia uscita dal Trono Over. Ora lei denuncia una mancanza di rispetto da parte di lui. Il tutto nascerebbe dopo il rientro in studio di Ida Platano, anche essa fidanzata del Cavaliere in passato.

Leggi anche –> Uomini e Donne, Riccardo accusa Roberta: rissa con Armando

Secondo la Di Padua, da quando questa “è rientrata in trasmissione, lui mi ha detto che gli sarebbe piaciuto tornare per questo motivo. Per stare qui e litigare con lei”. La donna respinge anche le accuse di voler stare solo al centro dell’attenzione mediatica. “Secondo te io vengo qui per fare la soubrette?”, si domanda.

Leggi anche –> Uomini e Donne, Riccardo e Roberta si sono lasciati? Tutta la verità

La fine della storia tra Riccardo Guarnieri e Roberta Di Padua: cosa è successo

E nella lite interviene la stessa Ida Platano evidenziando che a suo avviso Riccardo non proverebbe nulla per Roberta. A metterci il carico finale, ci pensa infine la storica opinionista del programma, la bionda vamp Tina Cipollari, la quale evidenzia: “Riccardo non è la prima volta che inizi le storie e poi vanno così, non funzionano. Io credo che ci sia qualcosa in te che non va, non sei schietto”.

Secondo quanto ipotizzato da alcuni attenti osservatori, le due dame del trono over di Uomini e Donne si sarebbero infine coalizzate proprio contro Riccardo. E se una delle due inneggia apertamente alla libertà, l’altra – ovvero Roberta Di Padua – evidenzia: “La mia libertà mi appartiene e nessuno può toccarla o lederla”. Insomma, sembra ormai certo che un’altra coppia sia scoppiata e in questo caso abbia avuto un ruolo la solidarietà femminile.

Può interessarti anche