lunedì, Gennaio 30, 2023

Bonus climatizzatori, sconto al 50%: come ottenerlo, tutti i dettagli

Bonus mobili, detrazione del 50% anche per chi installa il condizionatore. La detrazione si applica anche alla sostituzione

Superbonus 110 come funziona
Foto dal web

Arriva il caldo ma in soccorso c’è il bonus mobili. L’Agenzia delle Entrate, infatti, ha ribadito ad un contribuente che chi installa un impianto di climatizzazione invernale ed estiva può ottenere il bonus mobili. L’ente ha risposto ad un cittadino che chiedeva lumi in merito alla circolare n. 19/2020 che tratta il tema del bonus mobili in riferimento ai climatizzatori. L’agenzia ha inoltre affermato che per avere il bonus mobili è necessario che l’intervento sull’abitazione sia riconducibile almeno alla manutenzione straordinaria. Così l’Agenzia delle Entrate: “L’installazione di un condizionatore a pompa di calore su un immobile residenziale rientra tra gli interventi di manutenzione straordinaria per i quali si può usufruire della detrazione Irpef del 50% della spesa sostenuta“.

Leggi anche > Decreto Sostegni bis, il nuovo reddito di emergenza

Il bonus mobili ed elettrodomestici, è un provvedimento che prevede un tetto massimo di 16mila euro ed il 50% di detrazione della spesa sostenuta. Prerequisito necessario per usufruirne è avere cominciato una ristrutturazione a partire dal 1° gennaio 2020. Il bonus infatti, deriva dalla legge di bilancio 2020 del governo Conte bis. L’approfondimento permette ai cittadini di poter usufruire del bonus, visto che al momento non è stato utilizzato pienamente. L’arrivo del caldo permetterà a chi deve installare o sostituire l’impianto di climatizzazione di poter avere la detrazione.

Leggi anche > Estate, ecco il bonus zanzariere

Bonus mobili, i dettagli

La detrazione riguarda i seguenti acquisti:
  • per l’acquisto di mobili nuovi: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione in quanto costituiscono un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. Esclusi, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni, di tende e tendaggi.
  • per l’acquisto di elettrodomestici nuovi: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento. Il beneficio è limitato all’acquisto delle tipologie dotate di etichetta energetica di classe A+ o superiore.

Può interessarti anche