Robert Hogan, morto il celebre attore: era molto malato FOTO

0
1112

Da tempo non più capace di essere indipendente, Robert Hogan si è spento dopo una sfavillante carriera in televisione ed a teatro.

Robert Hogan
Robert Hogan Foto dal web

È morto Robert Hogan, attore famoso per diverse interpretazioni in particolar modo in alcune serie televisive di successo. Tra queste figurano “Peyton Place”, “The Wire” e “Law & Order”.

Leggi anche –> Denise Pipitone, clamorose intercettazioni tra Anna Corona e la figlia

Il decesso ha ricevuto conferma ufficiale da parte della famiglia e ha avuto luogo nella sua casa nel Maine lo scorso 27 maggio. Solo adesso però la notizia è divenuta di dominio pubblico.

L’uomo aveva 87 anni e da 8 stava conducendo una battaglia contro la demenza vascolare. Si tratta di una patologia che porta alla perdita delle funzioni mentali derivanti dalla distruzione del tessuto cerebrale per via di un apporto di sangue diminuito od interrotto, a causa principalmente di ictus.

Ma la causa della morte di Robert Hogan è da ricercare in delle complicazioni legate ad una violenta polmonite. In passato, prima di dedicarsi alla carriera da attore, prestò servizio nell’esercito degli Stati Uniti di stanza in Corea, per poi essere congedato con onore.

Diplomatosi alla prestigiosa American Academy of Dramatic Arts a Manhattan, New York, Hughes ha poi dato il via ad un percorso notevole, durato più di 60 anni con l’apparizione in più di 100 programmi televisivi, tra serie tv ed altro.

Leggi anche –> Bollettino 1° giugno: ricoverati in terapia intensiva sotto quota 1.000

Robert Hogan, una carriera sfolgorante anche a teatro

In “The Wire” aveva dato le fattezze al personaggio di Louis Sobotka, risultando molto amato per questo. E nel corso della vita di Robert Hughes non è mancato il teatro, con alcune produzioni andate in scena a Broadway.

Leggi anche –> SuperEnalotto Lotto 10eLotto Simbolotto 1 giugno 2021: diretta vincite

La più prestigiosa che lo vide protagonista fu quella dell’avvocato Clarence Darrow in “Never the Sinner”. Interpretazione che gli valse anche la vittoria dell’Outer Critics Circle Award nel 1998.

Il compianto artista era specializzato soprattutto nella rappresentazione di opere teatrali tratte dagli iscritti di Shakespeare e Cechov. L’attore lascia la 64enne moglie Mary, sposata nel 1983, ed i tre figli nati dal precedente matrimonio avuto con l’artista Shannon Hogan.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Si tratta di Chris, Stephen e Jud, ormai tutti in età matura. Lo piangono anche i due nipoti, Susanna e Liam.