Il Pojana: a chi si ispira il personaggio di Andrea Pennacchi

0
42

Andrea Pennacchi, chi è l’attore teatrale di Propaganda Live: a chi si ispira il suo personaggio di Il Pojana.

(screenshot video)

Un personaggio che ha creato molte polemiche, con attacchi da parte di politici, ma anche con veri e propri insulti arrivati via social all’attore teatrale che lo ha creato e messo in scena. Stiamo parlando di un personaggio rude come Il Pojana, che ha reso celebre l’attore Andrea Pennacchi, il quale ultimamente lo abbiamo visto nel ruolo del padre di Roberto Baggio nel film Il Divin Codino.

Leggi anche -> Andrea Pennacchi, chi è l’attore teatrale di Propaganda Live

Ma chi è e cosa si nasconde dietro questo personaggio? Nato a Padova classe 1969, l’attore teatrale Andrea Pennacchi ha preso parte a diverse fiction e anche film. Ma è nel 2018 che diventa un personaggio virale sui social, grazie al monologo This is Racism – Ciao terroni. Dopo essere stato scoperto dal web, diventa personaggio televisivo.

Leggi anche -> Fabio Celenza, chi è il doppiatore di Propaganda Live

La storia di Il Pojana, il personaggio nato da un’idea di Andrea Pennacchi

Dopo quel video, infatti, viene chiamato dalla redazione del programma televisivo Propaganda Live e diventa ospite fisso. I monologhi del Pojana sono tra i momenti più attesi di ogni puntata. Il suo personaggio incarna il padroncino veneto, sebbene emergano due personalità contrastanti: all’attaccamento al denaro, gli ‘schei’, termine veneto che proprio grazie al personaggio di Andrea Pennacchi è stato sdoganato in tutta Italia, fa da contraltare una vena poetica che emoziona il pubblico.

Feroce e sentimentale nello stesso tempo, insomma, sembra rappresentare appieno un sentimento comune al popolo veneto, sebbene questo gli abbia creato una serie di problemi proprio coi veneti. In particolare, il presidente della Regione, Luca Zaia, un paio di anni fa aveva accusato Pennacchi/Il Pojana di dire falsità. Intanto, la popolarità del personaggio ha fatto sì che “Pojana e i suoi fratelli” divenisse un libro di successo, con prefazione di un altro grande attore veneto, Natalino Balasso.