Crimini in diretta: il caso di Beverly Puccio da parte di Michael Piantieri

0
565

L’omicidio di Beverly Puccio da parte di Michael Piantieri è descritto nell’ultimo episodio di Crimini in diretta su Investigation Discovery.

Beverly Puccio e Michael Piantieri

Intorno alle 23:20 del 3 dicembre 2017, gli agenti dell’ufficio dello sceriffo della contea di Dubuque sono stati inviati in una casa nel blocco 900 di High Bluff Street a Dubuque, Iowa, dopo aver ricevuto una chiamata al 911 da Michael Piantieri che sosteneva di aver trovato Beverly Puccio morta nella sua camera da letto.

Leggi anche –> Crimini in diretta: l’assassinio di Danielle Marzejka e Seren Bryan

Quando gli agenti sono arrivati ​​sul posto, hanno trovato la 42enne sul letto, coperta di sangue. C’era anche sangue imbrattato in tutta la casa. Piantieri, allora 36enne, è stato successivamente arrestato e accusato di omicidio di primo grado. Il suo arresto è arrivato dopo che un’indagine ha rivelato che ha incontrato la Puccio al Walnut Tap al 909 di Walnut Street.

Leggi anche –> Crimini in diretta: omicidio di Steven Galvin, la ricostruzione

Perché è stata uccisa Beverly Puccio: il giallo

Poi i due se ne sono andati e si sono diretti in un bar locale. Una telecamera di sorveglianza ha catturato Beverly Puccio e Piantieri mentre salivano su un taxi intorno alle 20:00 e il veicolo è stato visto per l’ultima volta dirigersi verso la casa della Puccio. Gli investigatori ritengono che una volta arrivati ​​a casa sua Puccio e Piantieri, abbiano avuto una discussione che è sfociata in un alterco fisico, che ha provocato lesioni che hanno portato alla morte della Puccio.

Durante l’interrogatorio, gli investigatori hanno notato che Piantieri aveva ferite coerenti con una rissa. Dopo l’omicidio, Piantieri ha chiamato la sua ragazza per farsi venire a prendere. La sua ragazza ha detto alla polizia che in seguito è tornato sulla scena per rimuovere oggetti insanguinati, che ha distrutto a casa loro dandogli fuoco. Quando hanno perquisito la casa di Piantieri, hanno trovato prove che lo collegavano all’omicidio, inclusa una scarpa macchiata di sangue che corrispondeva alla scarpa trovata a casa di Puccio. Ora sta scontando l’ergastolo.