Ragazza curata per l’asma per 4 anni: aveva un grosso tumore

0
211

L’asma di una ragazza coraggiosa, Evie Cox di 12 anni, si è rivelata un tumore delle dimensioni della mano di sua madre.

Evie Cox, 12 anni, di Heanor nel Derbyshire, non stava bene da quattro anni prima che i medici si rendessero conto della gravità della sua malattia. Si pensava che la ragazza di 12 anni soffrisse di asma, prima che si scoprisse che aveva un tumore “grande quanto la mano di sua madre”. Ha contratto varie malattie che hanno avuto un impatto sulla sua respirazione, come la polmonite, prima di ricevere una radiografia e una TAC.

Leggi anche –> UeD, un tronista finisce all’improvviso in ospedale | FOTO

Sua madre Natalie, 37 anni, ha detto a Derbyshire Live: “Nel corso delle analisi, hanno visto quello che pensavano fosse un corpo estraneo nella sua trachea. È andata a Nottingham per quella che pensavamo sarebbe stata una procedura abbastanza semplice per rimuovere questo corpo estraneo, e hanno detto che non potevano farlo e che non sapevano cosa fosse”.

Leggi anche –> Debora Pini, una mamma coraggiosa: morta a soli 36 anni

La storia incredibile di Evie Cox, una ragazzina inglese

Così i genitori la prenotano per un intervento al Royal Brompton di Londra. Qui finalmente la ragazza è stata operata per la patologia che aveva realmente e a quanto pare le sue condizioni stanno migliorando. Da quando è stato rimosso il tumore, Evie ha iniziato a riprendersi completamente, i segni del cancro non sono evidenti sulla sua pelle. Il tumore di Evie, un carcinoma mucoepidermoide, è tra i tipi più comuni di tumori delle ghiandole salivari. Ma questi si trovano più comunemente negli adulti e sono un evento raro nei bambini dell’età di Evie.

Natalie ha aggiunto che sua figlia ha risposto bene alle procedure e si è raramente lamentata. “Ha anche compiuto 12 anni mentre era in ospedale, quindi ha avuto un paio di mesi davvero folli”, ha detto. Durante l’operazione, a Evie è stato anche rimosso l’80% di uno dei suoi polmoni per rimuovere il tumore dal suo corpo. Adesso ha ripreso l’attività fisica. “Quando pensavano che avesse solo l’asma, ha lottato per lo sport e le sue lezioni di educazione fisica, e persino a camminare su e giù per le scale a casa”.