L’ex attaccante in lutto, “purtroppo non c’è più”: lacrime al Genoa

0
348

L’ex attaccante del Vicenza dei miracoli, Roberto Murgita, in lutto, “mamma purtroppo non c’è più”: lacrime al Genoa per il collaboratore tecnico.

(foto pubblico dominio)

Coi suoi gol ha contribuito a far vincere una Coppa Italia, nella stagione 1996-1997, al Vicenza dei miracoli. Lui e Marcelo Otero hanno fatto sognare i tifosi della formazione veneta, quindi arrivano Piacenza e poi Napoli appena retrocesso. Stiamo parlando di Roberto Murgita, i cui migliori anni furono senza dubbio quelli vicentini, ma che è legato fortemente alla città di Genova, dove è nato.

Leggi anche –> Calciatore suicida, Martinez trovato morto in casa sua

Qui ha iniziato a giocare a calcio, militando prima nelle giovanili della Sampdoria, quindi nel Genoa, con cui esordisce in Serie B nel 1987, ancora giovanissimo, quindi in Serie A come vice di un certo Thomas Skuhravy, nella stagione 1993-1994. Attaccante che ha praticamente girato l’Italia calcistica, oggi è un collaboratore tecnico del Genoa, dove si trova in pianta stabile ormai dal 2013.

Leggi anche –> Calcio in lutto: morto l’allenatore Giuliano Zoratti, friulano doc

Il dolore dell’ex attaccante per la morte della madre amatissima: lutto per Murgita

In queste ore, l’ex attaccante che ha fatto la storia della nostra serie A a metà anni Novanta piange per un doloroso lutto. Secondo quanto si apprende, infatti, è venuta a mancare la sua amata mamma. La notizia è stata diffusa poco fa dal Genoa, che come noto è la squadra più antica della nostra Serie A e in generale del calcio italiano, con una nota in cui dirigenti, allenatore e giocatori si uniscono al dolore dell’ex calciatore.

Per il collaboratore tecnico di mister Ballardini oggi è dunque un giorno triste: infatti, Roberto Murgita piange la morte della sua mamma Sara. Questa la nota integrale del club genoano: “Il Genoa Cricket and Football Club si stringe in un abbraccio affettuoso a Roberto Murgita, condividendo il lutto della famiglia, per la scomparsa della mamma signora Sara”. Un dolore immenso e a lui va la vicinanza dell’intero mondo del calcio italiano.