Alessandra Mastronardi, un lutto tremendo per l’attrice

0
279

Lacrime per Alessandra Mastronardi, un lutto tremendo per l’attrice italiana che ha perso una persona a lei molto cara.

(Instagram)

La giovane attrice Alessandra Mastronardi, diventata famosissima da adolescente con la serie-cult I Cesaroni, quindi per il suo ruolo in Romanzo Criminale, è stata colpita da un gravissimo lutto. Strazianti sono le sue parole, apparse nelle scorse ore sul proprio profilo Instagram, per ricordare una persona a lei molto cara che se ne è andata in maniera improvvisa.

Leggi anche –> Alessandra Mastronardi, la scoperta con Ross McCall: merito della pandemia

Infatti, l’attrice piange in queste ore la morte della cugina Valentina De Icco, scomparsa a soli 32 anni dopo aver lottato a lungo contro una malattia che non le ha lasciato scampo, ovvero la sclerodermia. Straziante la domanda che l’attrice italiana pone alla sua congiunta all’inizio del post lungo e commosso che ha lasciato su Instagram.

Leggi anche –> Costacurta, terribile dramma: la madre muore tragicamente

Grave lutto per Alessandra Mastronardi: il suo addio alla cugina scomparsa

Alessandra Mastronardi

“E quindi noi adesso senza di te cosa dovremmo fare..?”, domanda infatti Alessandra Mastronardi alla cugina che non c’è più in quella che è una lunga riflessione sul dramma che l’ha colpita. La sclerodermia è una patologia davvero molto rara, che ha colpito appunto la congiunta dell’attrice, non lasciandole scampo: si tratta di una malattia reumatica autoimmune cronica, che colpisce soprattutto le donne, con un numero di persone affette molto basso.

Si pensi che in Italia colpisce 25mila persone, ma la stessa malattia nei primi anni Quaranta ha stroncato la vita del grande pittore Paul Klee. La Mastronardi, nel suo commosso ricordo della cugina Valentina, evidenzia alla fine: “Che la tua immagine resti impressa per sempre in questo universo tecnologico che forse, in qualche strano modo, vince anche la morte”. Anche questo è un modo per ricordare una persona cara.