Dramma nella musica: ucciso da un pirata della strada il rapper Vins 41

0
346

Un dramma nel mondo della musica underground a Milano: ucciso da un pirata della strada il rapper Vins 41.

(screenshot video)

Si è spento nel pomeriggio di oggi all’ospedale San Gerardo di Monza Vincenzo, un ragazzo di 19 anni, noto nel mondo della musica underground milanese col nome di Vins 41. Il giovane qualche sera fa si trovava in sella a uno scooter. Era con un amico di 20 anni e i due percorrevano la strada provinciale 175, al confine fra Senago e Bollate. Un pirata della strada li ha travolti ed è scappato via.

Leggi anche –> J-Ax contro Eric Clapton: “Ai suoi concerti non morirete solo di noia”

Subito dopo lo schianto, il rapper 19enne era stato trasportato in ospedale in condizioni gravissime. I medici gli avevano dovuto amputare la gamba. Quindi era stato trasportato nel reparto di rianimazione in prognosi riservata. Oggi è arrivata la notizia della tragica morte del ragazzo, dopo alcuni giorni di agonia.

Leggi anche –> “Mascherina inutile, virus una influenza: manager no vax positivo muore

Il drammatico incidente stradale che è costato la vita a Vins 41

Il 19enne rapper di Senago aveva prodotto alcuni brani, che si possono ascoltare sia su Spotify che su Youtube, ed era uno dei talenti emergenti nell’ambito della musica underground dell’hinterland milanese. Nella notte tra il 17 e il 18 luglio il drammatico incidente, che nel giro di una decina di giorni è poi finito per costargli la vita. A investire lui e il suo amico, un anonimo conducente che poi si era dileguato.

Il giovane investitore era stato poi rintracciato: l’auto che ha investito i ragazzi era infatti guidata da un 27enne di Paderno Dugnano, sempre nei pressi di Milano. Era stata la mamma del giovane a rivolgersi alle forze dell’ordine quando aveva scoperto quanto era accaduto. Aveva infatti chiamato al 112 e al centralino dell’Arma dei Carabinieri aveva spiegato che era stato suo figlio a investire quei due ragazzi.