Maxim Zanella ucciso a Brunico: cosa è accaduto e chi è l’assassino

0
216

Il giallo del giovane Maxim Zanella ucciso con una serie di coltellate a Brunico: cosa è accaduto e chi è l’assassino.

Orrore nelle scorse ore a Brunico, in provincia di Bolzano, dove un 21enne avrebbe ucciso un vicino di casa a coltellate. Lo stesso giovane ha successivamente confessato l’omicidio. Il 21enne infatti si è recato al Pronto Soccorso e aveva ferite che avrebbe riportato durante la colluttazione con la sua vittima. Dietro l’omicidio, la pista del satanismo.

Leggi anche –> Enrico Montesano “ha avuto il Covid”: la versione di Selvaggia Lucarelli

Lo sostengono gli inquirenti che stanno indagando sul caso, ma tale ipotesi viene sconfessata dalla famiglia del giovane arrestato per l’omicidio. La vittima è un trentenne del posto, che si chiama Maxim Zanella: il ragazzo ha origini russe, ma da sempre vivrebbe a Brunico, essendo stato adottato da una famiglia del luogo. Opposte le tesi sull’accaduto.

Leggi anche –> Pavia, anziana morta in ospedale: l’avevano vaccinata quattro volte

Cosa sappiamo finora della morte di Maxim Zanella

La vittima sarebbe stata appunto colpita a morte da un ragazzo di 21 anni, di origine polacca e che gli abita vicino di casa. Il ragazzo, che si è ferito nel corso dell’aggressione omicida, ha spiegato agli inquirenti di aver gettato l’arma, un coltello, e il cellulare nel Rienza. Per tale ragione, il livello delle acque del fiume sarebbe stato abbassato. Gli inquirenti sono alla ricerca dell’arma del delitto e provano a fare chiarezza sul movente. I familiari infatti smentiscono che ci sia dietro il delitto l’ombra del satanismo.

Da quanto viene riferito da alcuni portali, potrebbe essere satanica la pista da seguire per arrivare al movente dell’omicidio. Sembra che nell’appartamento dove viveva Maxim Zanella siano stati trovati un teschio e scheletri di plastica. Inoltre, il ragazzo arrestato per il delitto del 30enne avrebbe un tatuaggio sul petto col numero 666, ritenuto appunto tipico di una simbologia legata al satanismo. La vittima faceva il bagnino ed è figlio di un politico locale del Pd, Carlo Alberto Zanella. I genitori avrebbero appreso del decesso dalla televisione.