Vite al limite, la storia di Lisa: pesava 319Kg, morta dopo l’espulsione dal programma

0
397

Vite al limite, la storia di Lisa: pesava 319Kg, morta dopo l’espulsione dal programma

Screenshot Lisa Fleming

Storie di esistenze difficili, intrappolate dentro corpi enormi che impediscono i naturali movimenti. Quei movimenti che quotidianamente ciascuno di noi compie infinite volte, senza dar loro peso alcuno perché assolutamente scontati. Per tante, troppe persone, questi movimenti, questi naturali gesti del nostro corpo sono miraggi spesso irragiungibili. Il Dottor Nowzaradan, per i suoi pazienti semplicemente il Dr. Now, in tanti anni ha cercato di ridare un senso autentico alla vita di queste persone, qualcosa di molto più importante che far perdere loro il peso in eccesso.

Ti potrebbe interessare>>> Il cambiamento dopo il reality: irriconoscibile la star di Vite al limite

Nella sua clinica di Houston ha rigenerato vite che sembrano doversi concludere fatalmente su un letto di casa o di ospedale. Tanti casi che hanno fatto gridare al miracolo, dove la scienza ha camminato di pari passo con la straordinaria voglia di cambiamento del proprio stile di vita da parte dei pazienti. “Vite al limite“, il reality in onda su Real Time, ne ha raccontate tante di queste storie, seguendo passo passo tutti i momenti salienti del cambiamento, compresi quelli più duri, dove si perdevano quasi le speranze di raggiungere l’obiettivo finale. Ed il cammino che i concorrenti percorrono insieme al Dr. Now deve tagliare il traguardo, quello che renderà possibile il cambiamento: l’operazione chirurgica.

Vite al limite la storia di Lisa. Tanti concorrenti non ce l’anno fatta

Tanti concorrenti seguiti dal reality ce l’hanno fatta, hanno cambiato la loro vita, attraverso una metamorfosi che ha coinvolto il corpo ma, soprattutto, la mente di ciascuno di loro. Purtroppo c’è anche chi non ce l’ha fa a reggere il cambiamento, chi ha un corpo che ormai non reagisce più a nessuna sollecitazione e che si è abbandonato al suo triste destino. Lisa Fleming, una delle partecipanti al reality più famose e seguite dal vasto pubblico, è morta nella sua casa in Texas.

E’ stata sua figlia Danielle a dare il triste annuncio, senza, però, specificare, quali siano state le cause della morte di sua madre. Lisa si era rivolta al Dr. Now quando il suo peso aveva superato i 320 chili. Aveva intrapreso il suo percorso, lunghissimo e difficilissimo. Ha tentato, ma non ce l’ha fatta a seguire le rigide regole imposte dal Dr. Now, il quale, vedendo gli scadenti risultati ottenuti dalla donna, la espulse dal programma. Lisa ha tentato, ma sua figlia non poteva accudirla e lei non è stata tanto forte come le veniva richiesto.

Ti potrebbe interessare>>> Janine Mueller oggi, com’è diventata la protagonista di Vite al Limite

Dopo qualche mese da quella dolorosa decisione di estrometterla dal programma, è arrivata, raggelante, la notizia della sua morte. Vite al limite la storia di Lisa, una di quelle storie che raccontano esistenze difficili, che nascondono, spesso, tragedie inenarrabili che risalgono all’infanzia di queste persone. Tragedie che sono macigni che si cercano di nascondere con enormi quantità di cibo. Le tragedie rimangono dove lì sono, tutte e tutte terribili, mentre le enormi quantità di cibo hanno provocato soltanto danni irreparabili. Come per Lisa Fleming.