Riconosci la star? L’abito che ha sconvolto Venezia e reso famosa la donna che lo indossava

0
228

Il giorno dopo tutte le riviste non parlavano di altro: un abito che dal red carpet di Venezia aveva shoccata l’Italia per il suo lasciare scoperto un po’ troppo. Ma chi era la star che lo indossava?

quiz
Foto da Canva

Un abito unico nel suo genere e non solo per quel fucsia semplicemente fuori da canoni ma anche e soprattutto per uno spacco che lasciava ben poco all’immaginazione.

Si scansino Belen Rodriguez e la sua farfallina, questo vestito valica ogni immaginabile confine.

L’abito andò sul red carpet del Festival del cinema di Venezia e colpì tanto l’immaginazione collettiva da far sì che il giorno dopo su giornali, siti e social network non si parlasse di altro.

Ma chi era la star al centro dell’attenzione generale, quella che aveva osato indossare un abito provante oltre ogni misura? Vi sfidiamo a ricordarlo.

LEGGI ANCHE –> TEST PERSONALITA’: DIMMI CHE GONNA SCEGLI E TI DIRO’ CHI SEI

Chi è la star che ha fatto scandalo con questo abito a Venezia?

Vip misterioso
Foto da GettyImages

Era il 2016 e al Festival del cinema di Venezia veniva presentato uno ei film più attesi: The Young Pope di Paolo Sorrentino.

Sul red carpet della 73esima edizione della mostra sfilarono diversi abiti ma due in particolare calamitano l’attenzione generale. Uno era color arancio, fluttuante e con uno spacco che partiva da altezza ombelico.

A indossarlo era Giulia Salemi, nota influencer nostrana, che però non solcava il tappeto rosso in solitaria. Con lei c’era lo stilista Matteo Evandro, colui che aveva disegnato l’abito arancione e anche quello fucsia che sfilava al suo fianco. Chi lo indossava?

LEGGI ANCHE –> RICONOSCI LA STAR? UN ABITO DA SOGNO PER UN FISICO ANCOR PIU’ DA SOGNO MA CHI E’?

Dayane Mello
Foto da GettyImages

Eh sì, proprio lei, la celebre modella brasiliana Dayane Mello. La ragazza era ancora lontana dalla fama di Pechino Express, Grande Fratello Vip e affini ma certo calamitava l’attenzione del pubblico.

Gli italiani non risparmiarono alle due apre critiche, accusandole di cattivo gusto e di inutile ostentazione.

Lo stesso stilista difese le sue creazioni, presentandole come incarnazioni di sensualità e femminilità. Poi a parlare fu proprio Dayane Mello:

“Quando sei su un tappeto rosso diventi una principessa e alle principesse nessuno si è mai permesso di dire come dovrebbero vestirsi o svestirsi”.

Anche Giulia Salemi disse la sua via social:

“Io sono venuta a Venezia perché sono stata richiesta fortemente per quel red carpet e per supportare il mio amico stilista indossando una delle sue creazioni.Quelli che mi conoscono sanno che non ha mai dato prove particolari di esibizionismo. Per alcuni mi rendo conto che potremmo avere esagerato e che la passerella invece che gioiosa può essere risultata volgare, ma per molti no. Mi scuso con quelli che sono rimasti colpiti negativamente da questa passerella. E accetto tutte le critiche costruttive ma questa è la mia vita”.

Certo, gli italiani non cambiarono idea ma, al tempo stesso, non dimenticarono mai quel vestito fucsia (e anche quello arancione).