Fisico a pera: come valorizzarne i pregi e nasconderne i difetti

0
71

Il fisico a pera è una vera e propria forma corporea, diffusissima in molte donne, ma come valorizzarla e nascondere i difetti? Eccovi un’utile e pratica guida

fisico a pera
Fonte: Getty Images

Beyoncé, Jennifer Lopez, Rihanna, Kim Kardashian, Nicki Minaj ma anche Valeria Marini, Vanessa Incontrada e Clio Make up: tutte queste icone di stile e bellezza possiedono il cosiddetto ‘fisico a pera‘, composto da caratteristiche ben specifiche e definite.

Non demoralizzatevi! Le forme del fisico detto anche a triangolo sono piuttosto comuni e si possono valorizzare al massimo con qualche semplice trucchetto, basta conoscere ed imparare ad osservarsi, puntando sui pregi, limando invece i difetti. Partiamo comunque dal presupposto che ogni corpo va indossato come un vero e proprio vestito, sfoggiandolo con fierezza, ma focalizzarsi sui punti positivi che madre natura ci ha concesso, sarà garanzia di successo. Scopriamo però innanzitutto, le caratteristiche del fisico a pera, affinché possiate più o meno capire se anche voi appartenente a questa tipologia di body shape

LEGGI ANCHE: Jennifer Lopez sbarca a Venezia di bianco vestita ma il suo abito costa più di quello di una sposa

Ecco come valorizzare il fisico a pera: fatti conquistare dalle tue curve, esprimono ciò che realmente sei

Per capire se anche noi corrispondiamo al classico fisico a pera, dobbiamo focalizzarci su tre punti essenziali: parte superiore/inferiore, fianchi e lato B.

cantante
Nonostante Beyoncé adori sfoggiare il suo fisico a pera, indossa spesso abiti attillati, ma con punti di forza sulla parte superiore, come in questo caso maniche ampie e squadrate
Fonte: Getty Images

Partendo dal primo, generalmente la parte più alta del corpo è minuta, sinuosa e dalle giuste curve, mentre quella inferiore è più abbondante, dalle linee ben tracciate e che tendono a virare verso l’esterno per poi tornare all’interno. Il secondo punto riguarda i fianchi, come dicevamo, solitamente larghi, morbidi e che possono presentare le fantomatiche ‘culotte de cheval‘, ovvero piccole masse di adipe tra glutei e cosce. Terzo ed ultimo invece è il lato B, anch’esso abbondante, un po’ più spinto verso il basso, anche se questa non è prerogativa di tutti i fisici a pera. Come poter valorizzare quindi ogni singola forma, affinché ci si senta a proprio agio? Eccovi svelati dei praticissimi trucchetti

LEGGI ANCHE: Gonna lunga super chic: 5 abbinamenti per tutte le occasioni e tutte le stagioni

  • Punta sul bicolore: con un fisico a pera, il monocolore può starci, ma giocare con due distinti e contrastanti potrebbe risultare più indicato. Ricordiamoci tuttavia questa regola, colori chiari solo sulla parte chiara, colori scuri sulla parte bassa. In questo modo l’attenzione verrà spostata sul busto, ‘smagrendo’ i punti di difetto come lato b e fianchi. Per risultare alla moda potremmo optare per bluse color panna, camicette morbide sul seno e sull’addome oppure un pullover di cotone leggero e fluido.

    rihanna
    Rihanna ha fianchi e lato B molto pronunciati, tuttavia si permette abiti corti e avvolgenti, seppur morbidi e soffici, specialmente sulle zone dell’addome e del seno. Lo spacco garantisce non troppa aderenza sui punti deboli
    Fonte: Getty Images
  • Attenzione a gonne e pantaloni: indossare abiti ben specifici può sicuramente aiutarci a valorizzare i nostri punti di forza, spostando nettamente l’attenzione da quelli deboli. Ecco perché bisognerebbe optare per pantaloni flare o a palazzo, che ricadono dritti sui fianchi e a svasare verso il finire delle gambe. Evitiamo il taglio alla caviglia poiché potrebbero farci apparire più tozze, prediligiamo invece quelli sino alla scarpa per slanciare la linea. Per le gonne, i classici modelli anni 50 calzano a pennello, valorizzando il punto vita ed evitando il design avvolgente della classiche skirt da ufficio. Gonne a campana e a portafoglio saranno perfette, ma potremo concederci anche qualche balza o plissettato leggeri, poco accennati.

    fisico pera
    La meravigliosa Jennifer Lopez adora mostrare le proprie curve in concerto, tuttavia sul red carpet opta spesso per abiti lunghi, con vita stretta e linee regular poco aderenti, focalizzando l’attenzione su altro, come ad esempio il seno
    Fonte: Getty Images
  • Giacche e cappotti: da evitare assolutamente saranno tutte le tipologie di giacche e cappotti ‘a mezza misura’. In questo caso dovremo optare per blazer fermi in vita oppure cappottini fino al dopo fianchi, in questo modo l’attenzione non si focalizzerà su di essi e potremo concederci lo sfizio di indossare un pantalone più slim o attillato. Se il lato B è piuttosto pronunciato, evitiamo i cavalli eccessivamente alti, così come i pantaloni a tascone che potrebbero evidenziare ancora di più la larghezza. Via livera ai gessati, ai Principe di Galles, alle righe esclusivamente verticali per slanciare ed ottenere un’armonia tra forme e linee naturali del corpo.