Ricordate l’incredibile abito da sera con cui la Regina Elisabetta conquistò Parigi?

0
425

Era ancora una Principessa quando, nel 1948, colei che sarebbe divenuta la Regina Elisabetta indosso durante una visita a Parigi un abito destinato a fare la storia.

Regina Elisabetta pelliccia
Foto da Pinterest

Quando fu inviata a Parigi insieme al novello marito, il Principe Filippo, la futura Regina Elisabetta II era una giovane donna al quarto mese di gravidanza.

La stanchezza dell’inizio della dolce attesa si faceva sentire ma quando Parigi fu in procinto di inaugurare una grande mostra sulla vita britannica, apparve subito chiaro che lei e Filippo erano i giusti rappresentanti da inviare.

All’epoca infatti l’Europa ricostruiva i delicati legami fra Stato e Stato dopo la guerra e l’occasione era di quelle impossibili da perdere.

Elisabetta si preparò allora con cura per quello che sarebbe stato il suo primo viaggio ufficiale fuori da un paese del Commonwealth e ciò includeva curare molto bene i bagagli.

LEGGI ANCHE: QUANDO LA REGINA ELISABETTA HA INDOSSATO I PANTALONI: UN VERO EVENTO CHE HA FATTO STORIA

L’abito lungo che stregò Parigi indosso alla futura Regina Elisabetta

Si sa, i francesi sono convinti di detenere una sorta di scettro quando si parla di moda. Nessuno è chic come loro, nessuno ne può eguagliare il gusto e lo stile.

Ben conscia allora di andare in contro a una sorta di plotone d’esecuzione della moda, l’allora erede al trono Elisabetta decise di arrivare a Parigi ben preparata.

Regina Elisabetta a Parigi
Collage foto da Pinterest

La giovane Elisabetta non aveva ancora al suo fianco Angela Kelly, colei che sarebbe divenuta l’onnipotente direttrice del suo reparto guardaroba nei piani alti di Buckingham Palace. Poteva però contare su Norman Hartnell, lo stilista che aveva disegnato il suo abito da sposa su indicazioni della regina madre. Se allora i look da giorno furono curati da lei personalmente, allo stilista furono affidati quelli da sera.

Per il giorno Elisabetta si impegno a dimostrare ai parigini che le donne inglesi non indossano sempre e solo pesanti tessuti tweed. Eccola allora pronta a sfoggiare un abito blu polvere e il cappello con la veletta per ricevere la Légion d’honneur, una fusciacca rossa in vita per visitare l’Arco di Trionfo, un tailleur con gonna a trapezio e un cappello decorato con fiori seta per l’inaugurazione della mostra britannica al Palais Galliera.

LEGGI ANCHE: SAI PERCHÉ LA REGINA ELISABETTA AMA TANTO I COLORI PASTELLO? NO, NON È UN CASO

Elisabetta II Eliseo
Foto da Pinterest

I veri pezzi “da novanta” Sua Maestà però li aveva conservati per gli eventi serali, tutti caratterizzati da un filo conduttore: la seta.

Proprio in questo tessuto era anche quello scelto per l’immancabile ricevimento all’Eliseo, durante il quale Elisabetta indossò un abito lungo fino ai piedi costellato di ricami in perline e corredato da una giacca di volpe bianca.

Per l’occasione decise anche di tirare “fuori dalla scatola” una delle sue tiare preferite, la Girls of Great Britain and Ireland, regalo di nozze della nonna Mary di Teck, abbinandola a una collana di diamanti dono del governo del Sudafrica per il suo recente compleanno.

Nel cuore dei parigini però rimase l’abito lungo indossato il 16 aprile, l’ultimo sera a Parigi. Quando uscì dal ristorante Tour d’Argent insieme al marito, l’abito dal corpetto aderente e con la lunga gonna svasata, tutto in satin, abbinato sempre alla pelliccia bianca, fu immortalato da decine di fotografi e da subito l’erede al trono inglese fu la regina del cuore degli esigentissimi parigini.

I francesi saranno re e regine dello stile ma nessuno è come Elisabetta.