Saint Laurent, la sua SS 2022 pone la donna come assoluta protagonista

0
210

La SS 22 di Yvés Saint Laurent si propone di valorizzare la figura femminile, non solo livello di stile, ma anche nel raccontarne la storia

E’ trai fuochi d’artificio alle porte della suggestiva Tour Eiffel, simbolo per eccellenza della realtà parigina, che il brand Yvés Saint Laurent ha presentato la sua collezione primavera estate 2022. Ve ne parliamo un po’.

copertina saint laurent
Foto da Canva e Instagram @ysl

Il romanticismo della location è il panorama migliore per omaggiare la protagonista dello show: la donna, in tutte le sue sfaccettature. Anthony Vaccarello, direttore creativo del brand, ha pensato di raccontare l’identità femminile non solo dal punto di vista stilistico, ma anche in tutto il suo percorso verso l’emancipazione.

LEGGI ANCHE: Saint Laurent in passerella: arriva il nuovo modo di portare la pochette

Yves Saint Laurent: concept e dettagli della collezione

L’ispirazione più grande per Vaccarello è arrivata da un’attenta esplorazione dell’heritage della maison, in particolare, dal rapporto del suo fondatore con l’artista Paloma Picasso, figlia del famoso pittore.

ysl 1
Foto da Instagram @ysl

“Per molto tempo, ho voluto trasporre questo incontro tra Paloma Picasso e Yves Saint Laurent, di cui pochi si rendono conto nel percorso creativo dello stilista. È un momento al quale sono sensibile come designer, perchè per me è l’istante in cui la sua creatività della moda è diventata uno stile(Anthony Vaccarello)

Dunque, con questa collezione, il direttore creativo ha scelto di omaggiare quest’icona del mondo dell’arte in quanto responsabile di aver incanalato e convertito lo spiccato spirito creativo del couturièr in un vero e proprio concetto stilistico.

LEGGI ANCHE: Schiaparelli SS 22: cosa accade quando la moda diventa un’opera d’arte

ysl 2
Foto da Instagram @ysl

Parlando nello specifico dei dettagli della collezione, Vaccarello ha scelto di riproporre in passerella dei codici che giocano su maschile/femminile, riprendendo dunque il concetto di moda androgina tanto cara al brand, senza sacrificare sensualità ed eleganza insite nella donna.

Come ha fatto? Proponendo dei blazer rigidi e con spalle imbottite a contrasto con catsuit accese, indossate con eccentrici e voluminosi accessori e vertiginose décolleté pointy. A livello di colori, invece, si può notare un’alternanza di nuance neutre o total color ed estrose stampe floreali, riesumate da Vaccarello negli archivi del brand.

La SS 22 di Yvés Saint Laurent è dunque un modo per ricordare al mondo come le donne abbiano pieno potere del proprio corpo nel totale controllo e rispetto della loro ineccepibile carica sensuale.

Vi è piaciuta questa collezione?