Gli anni ’60 sono tornati: scopri la moda spaziale di quest’inverno

0
84

Quest’inverno torna ad imporsi una tendenza che ha fatto la storia degli anni ’60: la moda spaziale. Tra il desiderio di evadere dalla realtà e la necessità di ritornare a idee passate, gli stilisti riportano in passerella i look più alieni di sempre.

Erano gli anni ’60 quando stilisti dal calibro di Cardine e Rabanne portavano in passerella una moda futuristica. Tessuti leggeri, modelli che si ispiravano a quelli degli astronauti, colori sgargianti e visionari, erano protagonisti delle sfilate più in voga. Che cosa sta accadendo oggi?

Ritorna la moda spaziale
Foto Getty

Siamo nel 2021 e, buttando un occhio alle sfilate, possiamo già notare la voglia di “ritorno al futuro”. Gli stilisti, come Balenciaga, Ferragamo e Valentino, hanno deciso di ispirarsi agli ann’60 per puntare su outfit che guardano al futuro.

Una voglia di sradicarsi dall’attuale moda, puntando lo sguardo oltre le stelle, senza però mai perdere il contatto con il terreno. Come riportare tutto ciò in modelli, tessuti e silhouette?

LEGGI ANCHE: TEST PERSONALITA’, DIMMI SE PREFERISCI GLI ANNI ’60 E TI DIRO’ CHI SEI

Ritorno agli anni ’60: gli stilisti guardano alla moda spaziale

Vediamo le proposte della moda spaziale per questo inverno 2022.

Moda spaziale anni '60
Foto Instagram @Vogue

Nelle sfilate di Valentino ad esempio abbiamo potuto assistere alla dicotomia tra la voglia di guardare ad ambienti futuristici, come la cappa spaziale indossata da Lady Gaga, e la voglia di tornare al concreto con capi semplici di alta sartoria.

La volontà di riportare sulle passerelle il fascino delle sfilate che sanno di look alieno dipende molto anche dagli anni concitati che abbiamo vissuto. Una voglia di evasione dalla vita, fatta di lockdown e Covid, una voglia irrefrenabile di puntare sulla fantasia, sulla creazione e sulla fantascienza.

LEGGI ANCHE: Colora l’inverno di verde e blu, la fashion combo più cool del momento

Ritorna la moda spaziale
Foto Pinterest

Non solo Valentino, anche Schiaparelli si rivolge alla moda spaziale con copricapi a forma di dischi volanti, Balenciaga punta gli accessori con occhiali ulta avvolgenti. Bellissima invece la suggestione della tuta Giorgio Armani, un metallo liquido che prende forma umana e si ispira direttamente alle creazioni degli anni ’60.

Grande ritorno anche dell’utilizzo del vinile, che troviamo nella sfilata Balmain. Christian Dior pesca dagli anni’60 le minigonne e i berretti bombati. Fendi i guanti lunghi e gli stivali a calza. Non mancano anche i body elasticizzati che ritroviamo nella collezione di Yves Saint Lurent.

Insomma il guardaroba invernale sarà uno spasso: tra mondo reale e fantasia, ci verrà ancora più voglia di dare vita a look che vanno oltre l’immaginazione. Siete pronte per questo ritorno al futuro?