giovedì, Dicembre 1, 2022

“Siamo tutti sotto shock”: ecco cosa ha ucciso Virgil Abloh, direttore creativo Louis Vuitton

Mondo della moda sotto shock: Virgil Abloh, direttore creativo di Louis Vuitton si è spento a soli 41 anni. Nessuno conosceva la terribile verità.

E’ stato il primo grande stilista nero, re dello streetwear di lusso. La sua carriera era decollata in pochi anni, facendo affermare come uno dei designer più cool, popolare soprattutto tra i millennial.

Virgil Abloh morte
Foto da GettyImages

Virgil Abloh, direttore artistico della collezione Uomo Luis Vuitton e fondatore della label Off-White, si è spento ieri, domenica 28 novembre, all’età di 41 anni.

universalmente considerato come il re dello streetwear di lusso, si era affermato in pochi anni come uno dei designer più cool per il pubblico dei millennial.

Con le sue sneakers e felpe, ma anche un logo facilmente riconoscibile, fatto di bande oblique bianche e nere, Virgil Abloh si era letteralmente imposto nel panorama fashion. La sua però purtroppo è stata una parabola folgorante, di quelle che risplendono rapidamente ma poi altrettanto rapidamente si spengono.

Virgil Abloh, in particolare, si è spento all’età di 41 anni, andandosene in silenzio proprio come aveva vissuto la sua malattia.

LEGGI ANCHE: LOUIS VUITTON COLLEZIONE PRIMAVERA-ESTATE 2022: IL READY-TO-WEAR SI AVVICINA ALLA COUTURE

Virgil Abloh, direttore creativo di Louis Vuitton, era malato

E’ stato nominato dalla rivista Time come una delle 100 persone più influenti al mondo nel 2018.

Virgil Abloh malattia
Foto da GettyImages

Nessuno sapeva che oramai da tempo Virgil Abloh combatteva contro un cancro, male che alla fine lo ha ucciso a soli 41 anni.

Prima di entrare nella moda internazionale, grazie ad uno stage presso Fendi nel 2009, al fianco del rapper Kanye West, Virgil Abloh aveva lavorato nella street fashion di Chicago.

Nel 2012 creò la sua prima etichetta, la Pyrex Vision, e un anno dopo nacque Off-White, brand di streetwear di lusso, che si impose con la forza delle sue grafiche prima di evolversi verso creazioni più “couture”.

Nel luglio 2015 LVMH firmò un accordo a luglio con Virgil Abloh che divenne azionista di maggioranza del suo marchio Off-White.

Nike, Jimmy Choo e Moncler sono le sue collaborazioni più famose.

Nel 2018 poi arrivò la grande occasione: Virgil Abloh divenne direttore artistico della collezione Uomo Luis Vuitton.

LEGGI ANCHE: BORSE FIRMATE: ECCO QUELLE IN TENDENZA PER L’INVERNO 2021/22

annuncio morte Virgil Abloh Louis Vuitton
Foto da Instagram @louisvuitton

“LVMH, Louis Vuitton e Off White sono devastati nell’annunciare la scomparsa di Virgil Abloh, questa domenica 28 novembre, a causa di un cancro cancro, che stava combattendo privatamente da diversi anni.

Bernard Arnault, CEO di LVMH, ha dichiarato: “Siamo tutti scioccati da questa terribile notizia. Virgilio non era solo un geniale designer e un visionario, era anche un uomo con un’anima bellissima e una grande saggezza. La famiglia LVMH si unisce a me in questo momento di grande dolore e stiamo tutti pensando ai suoi cari per la scomparsa del marito, padre, fratello, figlio e amico”.

Con questa parole la Maison annuncia su Twitter l’addio alla sua punta di diamante.

A strapparlo ai suoi cari e a tutto il mondo della moda, un grave male che però lo stilista ha scelto di vivere nella propria intimità. Così la morte di Virgil Abloh è giunta come una vera e propria doccia fredda, inattesa e forse per questo ancor più dolorosa.

Un lutto che sarà certo difficile da superare.

Può interessarti anche