venerdì, Agosto 19, 2022

Giorgio Armani ha detto basta: dalle sue collezioni sparisce un grande classico

Giorgio Armani annuncia la sua rinuncia, una volta per la casa di moda che così cambia definitivamente il suo corso.

Giorgio Armani (ma dovremmo forse dire Re Giorgio) non smette di stupire e, inaspettatamente o quasi, cambia ancora una volta il mondo della moda.

Giorgio Armani dice basta
Foto da Canva

In questi giorni il re della moda ha infatti annunciato la sua grande rinuncia, un passo indietro che cambia il volto della sua blasonatissima e eccelsa griffe.

Ancora una volta dunque Giorgio Armani cambia ogni cosa, rivoluzionando il suo marchio, le sue collezioni e con esse anche il mondo della moda in generale.

LEGGI ANCHE: GIORGIO ARMANI, LA SFILATA DI DUBAI IN 5 DETTAGLI CHIAVE CHE NON DIMENTICHEREMO PIÙ

Giorgio Armani, la grande rinuncia che cambia la sua idea di moda

Cardigan e cappotti di Giorgio Armani avevano un punto d’eccellenza che lo distingueva da ogni altro caposcala di altre griffe: la lana d’angora. Dal prossimo inverno però non sarà più così.

nuova collezione Giorgio Armani
Foto da Instagram @giorgioarmani

Dopo l’eliminazione delle pellicce, una decisione presa oramai cinque anni or sono, e l’adesione a diversi progetti di impegno per la tute la dell’ambiente, Giorgio Armani annuncia di rinunciare alla lana d’angora.

La svolta avverrà a partire dall’autunno/inverno del prossimo anno e avvicinerà Giorgio Armani e la sua idea di moda a un innovativo concetto di sostenibilità.

Così Giorgio Armani ha spiegato la sua ardita scelta:

“Sono lieto di annunciare l’eliminazione della lana d’angora da tutte le collezioni del Gruppo, a testimonianza di un impegno tangibile per il controllo delle proprie produzioni rispetto alla tutela del mondo naturale. […] Credo da sempre nell’innovazione e nella ricerca di nuovi materiali e di metodi innovativi per il trattamento delle materie prime tradizionali”

LEGGI ANCHE: GIORGIO ARMANI SCONFIGGE IL COVID: ONE NIGHT ONLY NON SI FERMA

Giorgio Armani tessuti invernali
Foto da Instagram @giorgioarmani

La selezione di materiali e lavorazioni green contraddistinguono da anni il marchio Armani, facendolo emergere come vero e proprio pioniere della sostenibilità nel fashion.

Il percorso è stato lungo e contrassegnato da tappe memorabili: dal 2016, in accordo con la Fur Free Alliance, la griffe ha abolito le pellicce animali da tutti i suoi prodotti; nel 2019 il marchio ha aderito al ‘Fashion Pact’, il patto presentato al G7 con il quale le principali aziende del settore si sono impegnate ad affrontare in modo concreto i temi del clima e dell’ambiente.

Ora la rinuncia alla lana d’angora e per il futuro già si profila una progressiva riduzione delle emissioni di gas serra.

Giorgio Armani ancora una volta si conferma vero e proprio maestro della moda.

Può interessarti anche