giovedì, Ottobre 6, 2022

Valentino cambia tutto: mai in passerella si era visto qualcosa del genere

Valentino non smette mai di sorprenderci. Ancora una volta il brand Made in Italy non smette di reinventarsi.

Che sorpresa che ci ha fatto il marchio pluridecennale.

passerella con modelle
Foto da Canva

Con l’eleganza che traspare dagli splendidi outfit italiani, lo stilista e il direttore creativo di Valentino ha pensato che fosse arrivato il momento di effettuare un cambio radicale.

Valentino e la trasformazione Haute Couture

Non c’è nulla di più radicale, nel mondo fashion, che modificare o ribaltare completamente i canoni della moda, che si sono protratti per decenni.

modelle plus size
Foto da @maisonvalentino

Durante la settimana della moda Haute Couture di Parigi, Valentino ha sfidato l’ultimo tabù della passerella utilizzando modelle con fisici leggermente più in carne, che si avvicinavano molto alla alla taglia media femminile.

Anche se, ormai da diverso tempo, i fashion designers hanno cominciato ad utilizzare un paio di modelle plus size, nel corso delle loro sfilate, queste venivano di solito vestite con abiti più lunghi e larghi rispetto alle loro colleghe.

Questa volta invece, Piccioli ha deciso di far indossare a queste modelle degli abiti aderenti, che mettono in evidenza la silhouette. Non solo, alcuni di questi capi presentano degli spacchi profondi, che mettono in risalto la coscia carnosa della modella.

POTREBBE INTERESSARTI, CLICCA QUI: HAUTE COUTURE, LO LEGGIAMO SPESSO ALLE SFILATE, MA COSA VUOL DIRE ESATTAMENTE?

modelle Valentino
Foto da @maisonvalentino

Infatti, anche il brand Made in Italy si è accorto di come la moda, ancora aggrappata alle proporzioni femminili di un secolo fa, sia rimasta indietro rispetto alla cultura e alla società moderna (clicca qui per scoprire quale brand ti rappresenta di più).

Piccioli spera che altri fashion designer possano seguire il suo esempio, anche perché sono tutti accomunati da un unico obiettivo: trasmettere la bellezza femminile, ma questa volta, in ogni sua sfaccettatura.

POTREBBE INTERESSARTI, CLICCA QUI: TREND PRIMAVERA ESTATE 2022: CHE COSA CI HA INSEGANTO LA PARIS FASHION WEEK?

Sempre secondo il direttore creativo italiano, è molto importante rappresentare la diversità. Per esempio, due anni fa, una passerella di Valentino couture aveva 65 modelli, 43 dei quali erano neri. Infatti l’uomo ha affermato: “Anche se l’alta moda celebra l’unicità, che è un sinonimo di diversità, questa sembra aver spesso significato essere bianchi”.

Queste sono le parole che Piccioli ha pronunciato a Vogue, nel contesto del crescente sentimento anti-immigrazione in Italia. Ha poi aggiunto “Avere un marchio romano rappresentato da una bellezza nera è un messaggio contro la xenofobia presente in Italia”.

Può interessarti anche