mercoledì, Giugno 29, 2022

Raoul Bova è il nuovo ‘sexy Don Matteo’: ma rispetto a 20 anni fa qualcosa non torna

Raoul Bova è il nuovo volto di Don Matteo, uno degli uomini più sexy del mondo: ma com’era vent’anni fa? Reggerà ancora il confronto?

Con questa veste inedita di prete ha decisamente fatto fare pensieri peccaminosi a migliaia di donne e uomini, ma Raoul Bova è stato e rimane ancora ad oggi uno degli uomini più sexy di tutta Italia, se non del mondo intero. Intrigante, intelligente, dalle particolari doti oratorie ed una recitazione talmente naturale da entrare nel cuore di tutti. Un fisico che regge a dovere i suoi ormai 50 anni, 51 il 14 agosto, da fare invidia a qualsiasi nuova generazione di attori e modelli.

raoul bova
Credits_canva

Nato nuotatore professionista, si dedica poi alla sua grande passione della recitazione, tuttavia negli anni ci ha regalato intense emozioni grazie alle sue interpretazioni: ha lavorato nel cinema spagnolo con La Reina de Sud, ad Hollywood al fianco di Sarah Jessica Parker e Diane Lane, tutti nel nostro paese lo abbiamo adorato in Come un delfino, serie tv che denunciava l’orda mafiosa siciliana e l’importanza di seguire i giovani nel loro percorso di crescita.

I suoi look sono sempre stati molto eleganti nonostante la semplicità e la tendenza al trendy, ma com’è cambiato in questi anni? Potrà ancora reggere il confronto con il Raoul Bova di Piccolo grande amore del 1993?

Raoul Bova come non l’avete mai visto: ricordate com’era circa 20 anni fa?

Un nome esotico nonostante l’italianità al 100%, un volto che rimane impresso per la profondità dello sguardo ma non solo: la dolcezza, la timidezza e la profonda devozione al suo lavoro rendono Raoul Bova dopo 30 anni di carriera ancora uno degli attori più amati al livello mondiale. Può vantare collaborazioni con la nostra Carrie Bradshaw, Sarah Jessica Parker, nel film All road lead to Rome, con Diane Lane nel capolavoro Under the Tuscan sky, ma anche in pellicole italiane come Scusate se esisto, commedia tutta da ridere, ma che sottolinea la disparità di genere ancora presente nel nostro paese, con Paola Cortellesi e Marco Bocci. Eppure ricordate com’era Raoul agli inizi del suo percorso lavorativo?

com'era raoul bova
Credits_Instagram@raoulbovagram

Ve lo possiamo assicurare, Raoul Bova, in una sola parola, così come adesso, era bellissimo: corpo statuario e forse un po’ più definito rispetto al Raoul di oggi, comunque prestante. Pelle olivastra, capelli e barba neri, lineamenti definiti seppur delicati e mai eccessivamente duri. In fattore look l’attore non si è mai allontanato troppo dalla sua zona di comfort.

raoul 20 anni fa
Credits_Instagram@raoulbovagram

In gioventù adorava indossava completi ton sur ton mai troppo colorati o vispi, investendo molto sul nero, sul grigio, sul blu notte o sugli spezzati, quindi giacche scure, pantaloni un po’ più chiari, spesso in denim oppure classici con riga centrale in cotone. Amante indiscusso delle camicie, ancora ad oggi le indossa con estrema disinvoltura, evidenziando la sua prestanza fisica in modo curato e ricercato.

come un delfino
Credits_Instagram@raoulbovagram

In realtà il confronto con oggi è molto povero, anzi, pressoché nullo. Raoul continua a risultare un uomo seducente ed elegante, mai volgare o con la pretesa di sentirsi arrivato, anzi, proprio l’attore in alcune interviste si definisce ‘un uomo del tutto normale’ con una bellezza nella media e che non brilla. Eppure il nostro Bova ha fatto qualcosa di molto di più. Ha raggiunto il cuore di tutti noi grazie al suo incredibile talento, velato di umiltà e che siamo sicuri ci concederà ancora soddisfazioni, tutte squisitamente italiane!

Può interessarti anche