Violenza domestica e pandemia, l’inferno vissuto da Vicki: “Mi ha strangolata”

0
92

Una donna di nome Vicki ha raccontato gli episodi di violenza domestica subiti durante la pandemia. “Mi ha strangolata più di una volta”.

La pandemia ha costretto milioni di persone a restare a casa. Ma non per tutti ‘casa’ rappresenta un luogo sicuro. È il caso di Vicki, una donna che ha raccontato l’inferno e la violenza domestica subiti durante il periodo di crisi sanitaria dovuta al Coronavirus. Il Mirror ha riportato la sua storia e rivelato l’incubo incontro al quale sono andate migliaia di donne.

Leggi anche->Marylin Manson, continuano le accuse di violenza

Vicki è un nome fittizio, utilizzato dalla donna protagonista delle vicende per raccontare gli episodi terribili che ha vissuto. Intrappolata all’interno della sua casa, completamente isolata, Vicki non ha avuto scampo alcuno ed è stata costretta a subire le conseguenze della violenza del suo partner. Il suo unico rifugio è stato l’automobile. Proprio al suo interno la ragazza, tramite un colloquio su Zoom con un gruppo di supporto, di nome The Freedom Programme, si è resa conto del controllo e degli abusi ai quali il compagno la stava sottoponendo.

Leggi anche->“Mi tradisci con Balotelli”, picchia la fidanzata: ora è a processo

“È peggiorato per me durante l’isolamento, poiché esercitava su di me molto più controllo.” ha raccontato Vicki. “Mi faceva pulire tutto il giorno, mi faceva lavare i pavimenti con uno spazzolino da denti, mi svegliava di notte con la musica a tutto volume”. Gli episodi narrati dalla ragazza sono stati poco a poco sempre più agghiaccianti. “Non potevo frequentare la mia famiglia, quindi eravamo solo io e lui. Mi ha strangolata più di una volta”. La salvezza per la donna è stato il The Freedom Programme. Il gruppo è infatti riuscito ad aiutare Vicki. Tra i volontari, Rachel, una donna di 49 anni sopravvissuta ad un tentato omicidio da parte del marito, è riuscita a convincere la donna a fuggire prima che fosse troppo tardi.

Leggi anche->Muore a 21 anni nel giorno del suo matrimonio: tragedia infinita

Violenza domestica in pandemia: migliaia di donne vittime durante il corso degli ultimi anni

La pandemia ha costretto molte donne a rimanere a casa in isolamento. Questo ha fatto sì che migliaia di casi di violenza domestica si verificassero con maggior frequenza e intensità. Refuge ha rivelato recentemente che una media di 13.162 chiamate sono state registrate sulla National Domestic Abuse Helpline ogni mese a partire da Aprile 2020 fino a Febbraio 2021. La media è aumentata circa del 61% rispetto ai mesi di Gennaio-Marzo 2020 e le statistiche continuano a preoccupare sempre di più.