Carlo Conti si commuove ricordando la mamma e la difficile infanzia

0
235

Da Carlo Conti ci sarà sempre gratitudine eterna nei confronti di sua madre, che lo ha dovuta crescere da sola. “Se sono così è grazie a lei”.

Carlo Conti
Carlo Conti Foto dal web

Carlo Conti, con sua madre, ha avuto un rapporto molto stretto e sentito. Questo anche grazie alla prematura morte di suo padre Giuseppe, scomparso per una brutta malattia. In più di una circostanza il conduttore televisivo di tanti programmi di successo della Rai ha ricordato le difficoltà vissute quando era un bambino, e protrattesi anche crescendo per incamminarsi verso l’altrettanto difficile mondo degli adulti.

Leggi anche –> Lo shock dopo la morte del padre per il gesto della madre

Il padre morì per un cancro ai polmoni. Cosa che lo spinse a smettere di fumare, quando da giovanissimo la madre si accorse della cosa e gli fece notare il triste motivo per ‘il babbo’ se ne fosse andato per sempre. La donna si chiamava Lolette e Carlo Conti l’ha sempre guardata con ammirazione.

Del papà non può ricordare niente in quanto il signor Giuseppe si spense quando il presentatore televisivo classe 1961 aveva solamente un anno e mezzo. Di tempo ne è passato anche dalla dipartita della signora Lolette, morta nell’ormai lontano 2002. Fu un infarto fulminante a portargliela via.

Da Carlo Conti abbiamo anche appreso una particolarità che riguarda il nome della sua mamma. Lei avrebbe dovuto portare come nome ‘Colette’, con l’iniziale mal trascritta all’anagrafe. La ‘C’ divenne per sbaglio ‘L’. E lei lo ha cresciuto trasmettendogli sani e saldi principi.

Leggi anche -> Brumotti aggredito: stava girando un servizio sullo spaccio a Roma

Carlo Conti, il ricordo della madre e l’infanzia senza padre

Lui con orgoglio ha dichiarato mesi fa a ‘Panorama’ che, se sua madre fosse ancora viva “non vedrebbe alcuna differenza tra il personaggio e la persona. Come appaio in video così sono nella realtà”. E Conti ha sempre dato l’idea di essere un individuo umile allo stesso modo di quanto è portato a donare buonumore.

Leggi anche –> Pupo, la verità sulla bigamia: come funziona il suo rapporto a tre

Per una donna non è mai facile crescere i propri figli potendo contare solamente sulla propria forza di volontà. Anche quando intorno hai altre figure come i nonni. L’assenza dell’altra figura genitoriale cambia tutto e rischia di avere conseguenze grosse e difficili da fronteggiare.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Di contro però è un qualcosa che ti fortifica. E questo è proprio ciò che è accaduto al conduttore Rai. Che poi ha anche trovato l’occasione per scherzare sulla compianta madre. “Se fosse ancora qui di sicuro mi criticherebbe per le lampadi abbronzanti o per come mi vesto”. Per il resto è da lei che Carlo ha imparato l’onestà, la determinazione e la generosità.

Foto dal web