Marco Eletti, da ‘L’Eredità’ al carcere: per gli inquirenti ha ucciso suo padre

0
180

Le indagini sull’omicidio di Paolo Eletti si concentrano sul figlio Marco Eletti, scrittore di gialli ed in passato al quiz show di Rai 1.

Marco Eletti con il papà Paolo
Marco Eletti con il papà Paolo Foto dal web

Marco Eletti, accusato di avere ucciso suo padre Paolo, deve restare in cella. Lui è il giovane che ottenne una certa notorietà per avere partecipato a ‘L’Eredità’ come concorrente. Nella vita è un tecnico in una fabbrica di ceramiche oltre che uno scrittore di libri gialli e di fantascienza.

Leggi anche –> Peter Neumair, ripescato cadavere dall’Adige: è il papà di Benno?

Contro di lui ci sarebbero alcuni indizi che non è riuscito a rimuovere dalla scena del delitto. Il papà è stato massacrato a colpi di martello, inferti con una efferata violenza. All’interno del garage della casa dove i due vivevano insieme sono venuti alla luce i resti bruciati di un paio di guanti e di alcuni lacci.

L’idea è che Marco Eletti, 33 anni, possa averli usati per perpetrare l’orribile delitto in famiglia. Alle forze dell’ordine lui ha parlato di un principio di incendio deflagrato nell’abitazione. Gli inquirenti si aspettano che il giovane presenti presso una confessione spontanea. Anche a questo scopo è da ritenersi, con tutta probabilità, la conferma della sua custodia in carcere.

La madre di Marco, la 54enne Sabrina Guidetti, è attualmente ricoverata in ospedale. La donna si trovava accanto al corpo del marito, svenuta e con i polsi tagliati. Al momento versa in stato di coma farmacologico ma vige ottimismo da parte dei medici su una sua ripresa.

Leggi anche –> Marco ha ucciso il padre a martellate: è stato concorrente dell’Eredità

Marco Eletti, gli investigatori sono convinti della sua colpevolezza

A quel punto rivolgere delle domande alla donna sarà la prima cosa che gli inquirenti faranno, appena sarà in condizioni di poter rispondere. Sembra che all’interno del suo organismo ci fossero delle tracce ingenti di sostanze narcotizzanti, forse somministratele a sua insaputa per metterla fuori gioco.

Leggi anche –> Eletti, chi è lo scrittore che ha ucciso il padre a martellate

In quanto al movente del delitto, pare che lo stesso possa essere inquadrato in delle motivazioni di carattere economico. Un possibile motivo di disputa potrebbe essere rappresentato anche nell’utilizzo della casa della nonna paterna, scomparsa qualche mese fa, con l’abitazione rimasta disabitata.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La vicenda è avvenuta a San Martino in Rio, località emiliana della provincia di Reggio Emilia. Paolo Eletti aveva 58 anni. Il figlio Marco, che vive da solo in un’altra abitazione, finora ha sempre negato qualunque addebito nei suoi confronti. Ora dovrà dimostrare di non essere colpevole di omicidio e tentato omicidio, aggravato dal rapporto di parentela stretta.

Foto screenshot