giovedì, Febbraio 2, 2023

Violenza efferata, ragazza assalita mentre fa jogging: dramma terribile

Una giovane ha subito un episodio di violenza sconvolgente. È successo ancora una volta in occasione di una precisa situazione.

violenza subita da una ragazza
Violenza subita da una ragazza Foto dal web

Violenza terribile quella subita da una ragazza che stava tornando a casa. Lei stava tornando a casa di sera dopo avere portato a compimento una sessione di jogging. E dopo quanto subito ha avvertito altre giovani come lei a non uscire di casa da sole dopo il tramonto.

Colpisce come l’aggressione sia avvenuta in un parco vicino a casa sua. Lei si chiama Cait Smith e ha 23 anni. Quanto vissuto è avvenuto a Colchester, popolosa città dell’Inghilterra. Alla polizia ha raccontato di avere subito un attacco da parte di tre uomini, che l’hanno sbattuto con violenza a terra facendole battere la testa.

Sono evidenti le ferite che Cait ha riportato in questa bruttissima circostanza. Ha rimediato in particolare un occhio nero e gonfio e svariati graffi ed ematomi al volto e sulle braccia. Lo sfogo della giovane su Facebook ha raccolto tantissime manifestazioni di solidarietà.

Dopo tante volte che aveva fatto quel percorso, la 23enne si è ritrovata a vivere un incubo. Il tutto è avvenuto mentre si era fermata a consultare il suo telefonino. Dopo essere finita a terra, uno dei tre uomini si è seduto sopra di lei mentre un altro le teneva ferma la testa.

Leggi anche –> Tatuaggio per amore del figlio, mamma scopre la verità e si pente FOTO

Altro episodio ai danni di una donna in giro da sola

Purtroppo non c’era nessun altro intorno che avrebbe potuto aiutarla. Per fortuna però lei ha reagito con forza sufficiente a respingere i tre malintenzionati, combattendo con tutte le sue energie.

Leggi anche –> Alberto Matano fa infuriare Federica Sciarelli, lite furibonda

Non si è mai sentita minacciata in quel parco, ma ora Catie ha affermato che non correrà più lì per tenersi in forma. “Starò solo in zone frequentate e solo di giorno, ed invito tutti a fare lo stesso”.

Leggi anche –> Scuola, 18enne rifiuta di indossare la mascherina: ricoverato in psichiatria

Soltanto due mesi fa la povera Sarah Everard subì un episodio di violenza nel sud di Londra, nelle stesse circostanze. In quella occasione quest’ultima morì e ci furono tante proteste sui provvedimenti da prendere per garantire la sicurezza.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

In particolar modo delle donne che si trovano a girare da sole per strada anche quando è buio, perché non è normale che questo debba avvenire nel timore di potere incappare in qualcosa di brutto. E proprio le giovani donne sono le prede più prese di mira. La polizia locale sta lavorando per cercare di identificare gli autori di questa aggressione.

Foto dal web

Può interessarti anche