martedì, Gennaio 31, 2023

Denise Pipitone, nuove rivelazioni dall’anonimo: “Era viva”

L’informatore che aveva inviato una lettera senza firmarsi all’avvocato di Piera Maggio ha fornito elementi mai sentiti prima sul caso di Denise Pipitone.

Foto dal web

Denise Pipitone continua ad occupare gli spazi principali di alcune delle maggiori trasmissioni televisive italiane. Della bambina scomparsa nel settembre del 2004 si è parlato nella puntata di mercoledì 19 maggio 2021 di “Pomeriggio 5”.

Leggi anche –> Barbara D’Urso, il drammatico appello: “Vivono tra la spazzatura” FOTO

E lo stesso fa “Chi l’ha visto”, che da anni tratta questo spinoso caso che stenta a presentare una spiegazione definitiva in merito alle sorti di Denise Pipitone. Che oggi avrebbe 20 anni.

Sua madre Piera Maggio e suo padre Piero Pulizzi non l’hanno mai vista crescere e sperano di poterla reincontrare, visti i recenti sviluppi. Il fascicolo è stato riaperto da parte della Procura di Marsala, alla luce delle tante storture avvenute in sede di indagini nel corso di tutti questi 16 anni e passa trascorsi dalla scomparsa della bimba.

Da Barbara D’Urso ha parlato un amico di Piera Maggio, il quale ha raccontato come, il giorno in cui Denise scomparve, si stava svolgendo il mercato rionale settimanale. Una circostanza tale per la quale viene creduto impossibile che non ci siano stati testimoni.

Leggi anche –> Denise, l’autore della lettera anonima fa altre rivelazioni

Denise Pipitone, l’anonimo svela altri dettagli

Ed anche l’avvocato di Piera Maggio, il legale Giacomo Frazzitta, ritiene inverosimile che nessuno non abbia notato qualcuno prelevare la bambina indisturbato. Sempre l’avvocato aveva fatto riferimento a situazioni di grande interesse presenti nella lettera ricevuta una decina di giorni fa da parte di un informatore anonimo.

Leggi anche –> Denise, l’avvistamento nel 2004: “Perché non intervenni” FOTO

Si tratta di informazioni mai diffuse dalla stampa e che possono avere rilevanza nelle indagini. Si tratta di elementi svelati che coinvolgerebbero dei membri della famiglia allargata di Denise.

Inoltre si fa riferimento anche a quanto avvenuto dopo il rapimento – perché di fatto questo è – di Denise. “In una fase successiva Denise era viva”.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Ciò rafforza a sua volta la convinzione che la bambina al seguito di alcuni rom notata da una guarda giurata a Milano il mese successivo alla sparizione della piccola potesse essere proprio Denise. I filmati realizzati dal vigilantes mostravano una somiglianza notevole tra le due.

Foto screenshot

Può interessarti anche