martedì, Gennaio 31, 2023

Denise Pipitone, l’autore della lettera anonima fa altre rivelazioni

La situazione che riguarda la sparizione di Denise Pipitone si arricchisce di un ulteriore dettaglio che riguarda l’anonimo informatore. “Chi l’ha visto” spiegherà la faccenda.

L'avvocato Giacomo Frazzitta
L’avvocato Giacomo Frazzitta sul caso di Denise Pipitone Foto dal web

Il caso di Denise Pipitone si è arricchito, nel corso degli ultimi giorni, della presenza della ormai celebre lettera anonima, la cui esistenza era stata svelata dall’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio.

Leggi anche –> Vaccino, Figliuolo: “Da giugno protetti anche cassieri ed altri lavoratori”

Quest’ultima è la madre della bambina scomparsa il 1° settembre 2004 e della quale non si è mai più saputo nulla. Ora l’autore di questa missiva senza firma è tornato a farsi sentire, contattando la redazione di “Chi l’ha Visto”.

Se ne parlerà proprio nel corso della puntata di mercoledì 19 maggio 2021. In questo messaggio, l’anonimo informatore riferisce di ulteriori informazioni che riguardano i giorni immediatamente successivi alla sparizione di Denise Pipitone.

Vengono citati anche alcuni testimoni oculari e lo stesso autore si dice più che sicuro di ciò che ha visto. Sempre in televisione questa annosa vicenda si arricchisce anche delle parole di Alberto Di Pisa, ex procuratore capo di Marsala.

Leggi anche –> Pippo Baudo, dolore per la scomparsa di Battiato: le sue parole

Denise Pipitone, i forti sospetti dei pm

Lui si dice sicuro che la bambina intercettata da una guardia giurata a Milano nell’ottobre del 2004, un mese dopo la scomparsa (ma si può benissimo parlare di rapimento a questo punto) fosse proprio Denise.

Leggi anche –> Assaggio d’estate, arriva il caldo in Italia: una città su tutte

Per Di Pisa infatti la bimba, che all’epoca aveva 3 anni, venne rapita e poi consegnata a dei rom che si allontanarono subito dopo.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Nelle scorse settimana anche Maria Angioni, primissima titolare delle indagini sul caso (dopo di lei sono poi giunti altri 11 pm nel corso di questi oltre 16 anni, n.d.r.) si era detta certa che il rapimento di Denise Pipitone abbia coinvolto più persone. In particolare alcuni individui della famiglia allargata, autori di comportamenti sospetti.

Denise Pipitone
Foto dal web

Può interessarti anche