Mal di testa, da oggi si cura con le cuffie: la scoperta

0
345

Alcuni studiosi hanno messo a punto un metodo che ha dato buonissimi risultati per lenire gli sgradevoli effetti del mal di testa.

Mal di testa il metodo dei ricercatori
Mal di testa il metodo dei ricercatori per curarlo Foto dal web

Il mal di testa è una condizione molto diffusa che può manifestarsi per diversi motivi. Per stress, poco riposo o anche per semplice predisposizione. Ora però alcuni esperti hanno predisposto un metodo efficace per contrastare l’emicrania.

Leggi anche –> Samantha De Grenet ai fans: “Non sto bene”, cosa ha avuto

Grazie a degli studiosi che hanno collaborato dopo osservazioni condotte da esperti in Gran Bretagna, ha trovato creazione un innovativo dispositivo che riesce a ridurre la portata del mal di testa.

Si tratta di alcune cuffie, in tutto e per tutto simili a quelle che in tanti di noi sono soliti indossare per ascoltare musica in casa come anche fuori.

Solo che in questo caso l’individuo interessato non riceve delle note musicali all’interno dei suoi padiglioni auricolari, ma degli stimoli termici benevoli, che hanno una influenza diretta sui canali dell’orecchio predisposti per la ricezione sensoriale dei rumori.

Leggi anche –> Conte futuro, intreccio con Zidane: le suggestioni Real, PSG e Tottenham

Mal di testa, come funzionano le cuffie anti-emicrania

C’è una tecnica di fondo alla base di tutto ciò, chiamata stimolazione calorica vestibolare, che è in grado per l’appunto di esercitare una azione sul vestibolo. Quest’ultimo è l’organi di equilibrio situato dentro all’orecchio.

Ne consegue il sorgere di impulsi che vengono assimilati dal tronco encefalico del cervello, la cui attività genera mal di testa. A seconda della situazione, tali impulsi scaldano o raffreddano lievemente il canale uditivo.

E questa azione riesce a far calare la probabilità di cadere preda di questo malessere tanto diffuso in tutto il mondo. I ricercatori dell’Università del Kent – l’ateneo britannico coinvolto – hanno compiuto delle osservazioni dirette su 81 volontari soggetti ad emicranie croniche con una media anche di una ogni due giorni.

Leggi anche –> Klose, quanta paura per l’ex Lazio: “Ho avuto due trombosi alle gambe”

I risultati sono molto promettenti

Nell’arco di tre mesi il dispositivo realizzato, applicato per 20 minuti al giorno, è riuscito a far calare gli episodi negativi di ben 4 volte rispetto ai progressi più esigui registrati con un altro gruppo di soggetti sottoposti invece a semplice cura con dei placebo.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Con queste cuffie termiche è diminuito pure il ricorso ai farmaci, cosa che in tanti sono soliti fare invece già alle prime avvisaglie di una emicrania.

Foto dal web