Bonus Irpef da 100 euro, a chi spetta e come averlo

0
238

Cosa si sa in relazione al Bonus Irpef, che garantisce 100 euro in busta paga a determinati soggetti che rispondono ad alcuni paletti.

Bonus Irpef da 100 euro Foto dal web
Bonus Irpef da 100 euro Foto dal web

Bonus Irpef previsto per i lavoratori dipendenti, cosa si sa a riguardo. Il sussidio che viene erogato direttamente in busta paga dal datore di lavoro ammonta a 100 euro e non si tratta di una novità. Venne infatti concepito per sostituire il precedente aiuto da 80 euro concepito ai tempi da Matteo Renzi.

Leggi anche –> Bonus 2400 euro, arriva il taglio ma senza Isee: ecco il nuovo importo

Già durante il 2020 il nuovo bonus Irpef aveva conosciuto alcune modifiche, conservando una validità fino al 30 giugno. Gli aventi diritti erano tutti coloro con un reddito lordo annuo di massimo 24.600 euro.

Ora invece riguarda i lavoratori dipendenti oppure assimilabili che guadagnano al massimo 28mila euro. Il Bonus Irpef scende a 80 euro invece per redditi fino ad un massimo di 35mila euro e conosce un ulteriore taglio dai 35mila ai 40mila euro.

Leggi anche –> Omicidio suicidio, scoperta orribile: suocero e nuora trovati morti

Bonus Irpef, chi sono i beneficiari che ne hanno diritto

Non è invece previsto per i soggetti “incapienti”, che hanno cioè un reddito che non raggiunge la soglia minima di 8mila euro. In questo caso le persone interessate possono usufruire di altri tipi di sostegno governativo.

Leggi anche –> Denise Pipitone, troupe aggredita. Frazzitta: “In 7 sanno tutto”

Ad essere presi in considerazione ci sono lo stipendio come anche i redditi che sono direttamente legati ad altre situazioni. Si va dal lavoro autonomo a quello dipendente, passando per i redditi a cedolare secca ed a quelli fondiari.

Leggi anche –> Gomorra, il saluto finale di Salvatore Esposito: il doloroso addio dell’attore

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Non viene invece considerato il reddito figurativo derivante dall’abitazione principale, così come i premi di risultato con imposta sostitutiva del 10%.

La cifra di 100 euro è scattata dal 1° luglio 2020. Per gli individui che lavorano per privati e non hanno perciò un sostituto di imposta, è possibile beneficiare di questo sussidio attraverso la dichiarazione dei redditi. E quindi con reddifi pf e modello 730.

Foto dal web