Denise Pipitone, nuova lettera: l’autore si firma: “So tante cose”

0
634

In merito alla vicenda di Denise Pipitone giunge la notizia di una nuova missiva. Ma questa volta chi l’ha scritta si rivela e spiega tutto.

Denise Pipitone
Denise Pipitone Foto dal web

Denise Pipitone, da anni permane il mistero e da tanto tempo emergono speculazioni ed anche polemiche in merito alla sparizione della bambina avvenuta a settembre 2004.

Leggi anche –> Francesco Chiofalo, insulti al padre di Antonella Fiordelisi: “Si nasconda”

Nel corso degli ultimi mesi la cosa ha avuto fin troppa ribalta mediatica, situazione che ha nuociuto alle indagini, secondo quanto affermato dall’avvocato della mamma della bimba scomparsa, Giacomo Frazzitta.

Proprio lui aveva reso nota l’esistenza di una lettera anonima inviata da una persona informata sui fatti. Ed in seguito a ciò, lui stesso aveva rivolto un invito a chi ha delle informazioni utili a farsi avanti.

Adesso ecco spuntare una nuova lettera, questa volta firmata, il cui contenuto è stato svelato da Milo Infante alla trasmissione “Ore 14” su Rai 2. E l’autore questa volta si rivela.

A farsi avanti in maniera importante è il fratello di Anna Corona, la cui posizione viene ritenuta in qualche modo collegata a quanto successo a Denise Pipitone.

Leggi anche –> Ignazio Moser, clamoroso no a Cecilia a “L’Isola dei Famosi”

Denise Pipitone, chi è l’autore e cosa sa

L’uomo scrive, tra i passaggi proposti in questa missiva:

Voglio la verità. Donne e bambini non si toccano. Io ho delle cose da dire per tutelare la mia famiglia e me.

Lui è Claudio Corona e rende noto di avere delle informazioni tali da potere risultare di rilievo. Nel corso di questi oltre 16 anni il suo nome non è mai stato fatto, essendo da sempre estraneo alla vicenda.

Leggi anche –> Denise, grave intercettazione : “L’hai ammazzata per sbaglio?”

Adesso però esce allo scoperto con le intenzioni di tutelare la propria famiglia e di fare emergere la verità su Denise Pipitone.

Non sono un collaboratore di giustizia ma voglio la verità su Denise

E chiede di essere ascoltato dagli inquirenti, allo scopo di potere fornire la propria versione, specificando di avere molto di cui parlare. La lettera di Claudio Corona risale alla fine di maggio.

Leggi anche –> Vaccino, chi lo ha avuto può restare infetto? Lo studio

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Ma c’è un’altra persona, anonima, residente a Mazara del Vallo, che a “Chi l’ha visto” ha descritto la famiglia di quest’ultimo come molto temuta da quelle parti. E lo fa in quanto avrebbe intrattenuto dei rapporti di lavoro, definito “lavoro non pulito”. Proprio Claudio Corona verrebbe visto come qualcuno dal cui guardarsi, anche se lui nega tutto.

Foto dal web