Briatore, lo Stato deve risarcirlo: “Il suo yacht pignorato ingiustamente”

0
286

L’annosa vicenda che riguarda il “Force Blue” di Flavio Briatore giunge con una decisione a sorpresa in favore dell’imprenditore.

Flavio Briatore
Flavio Briatore Foto da Instagram

Flavio Briatore ha la meglio nei confronti dello Stato. L’imprenditore piemontese si era infatti visto confiscare il proprio, lussuoso yacht chiamato “Force Blue” a causa di una diatriba fiscale.

Leggi anche –> Massimo Boldi, lui corteggia una bellissima: “In tante mi scrivono”

La vicenda risale al maggio del 2010, quando la Guardia di Finanza appose i sigilli all’imbarcazione ormeggiata nelle acque di La Spezia. A Briatore venne contestata una frode fiscale seguita dal sequestro di un milione e mezzo di euro nel 2011, cifra poi restituita al 71enne di Verzuolo.

Ad aprile 2015 si era aperto anche il processo nei confronti dell’ex marito di Elisabetta Gregoraci e di altre tre persone. Ma adesso arriva una sentenza della Corte di Cassazione per la quale lo Stato dovrà risarcire l’ex manager di Formula 1.

La confisca del “Force Blue” è avvenuta in maniera non giustificata, secondo i giudici. Nonostante ciò, Briatore non potrà riavere il suo yacht perché lo stesso è finito all’asta il 31 dicembre 2020.

Leggi anche –> Uomini e Donne, Samantha Curcio sulla De Filippi: “Nella realtà è così”

Briatore, ora può chiedere un risarcimento in tribunale

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Flavio Briatore (@briatoreflavio)

Nel corso del procedimento, che si era protratto fino ad ottobre 2019, Briatore è finito anche con l’essere assolto per prescrizione dai reati contestati.

Leggi anche –> Mara Venier distrutta, l’annuncio shock: “Non farò Domenica In”

Inoltre la Cassazione ha anche reputato inusuale il procedimento di messa all’asta dell’imbarcazione, che sarebbe avvenuto in maniera fin troppo frettolosa e senza lasciare modo alla difesa di avere il tempo per un ricorso.

Il nuovo acquirente, per 7 milioni e 440mila euro, è Bernie Ecclestone, che Briatore conosce bene per la lunga esperienza insieme in Formula 1 quando Flavio era alto dirigente in Benetton.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

I due poi sono stati soci con Antonio Caliendo nell’acquisizione del Queens Park Ranger. Per l’ex della Gregoraci si apre la possibilità di intentare causa allo Stato allo scopo di ottenere un rimborso in sede civile.

Foto screenshot