AstraZeneca, c’è una nuova vittima: “Era sanissimo” FOTO

0
2296

Arriva la notizia di un nuovo caso fatale in seguito alla somministrazione del vaccino AstraZeneca. La famiglia esige la verità: “Stava bene”.

Morto dopo il vaccino AstraZeneca
Il 54enne morto dopo il vaccino AstraZeneca Foto dal web

C’è un nuovo caso purtroppo letale che riguarda AstraZeneca. Infatti in provincia di Brescia, nella località di Flero, si riscontra la morte di un uomo di 54 anni.

Leggi anche –> Mara Venier, condizioni sempre difficili: “Non può dormire né mangiare”

Il decesso è da ascrivere ad un caso di trombosi, come già avvenuto in altre situazioni precedenti risalenti anche ai mesi scorsi e che avevano posto AstraZeneca in cattiva luce. La vittima in questione aveva ricevuto la prima dose di vaccino il 29 maggio scorso.

A distanza di poco più di una settimana sono sopraggiunte delle complicazioni tali da portare l’uomo alla morte. “Il Corriere della Sera” nella sua edizione bresciana, riporta le parole della figlia della vittima.

La ragazza riferisce che suo padre era in perfetta salute e per ora non ci sono spiegazioni sul perché abbia avuto luogo un simile, tragico epilogo. Ma ora la famiglia del 54enne pretende delle risposte. Anche la Procura di Brescia vuole vederci chiaro e ha disposto l’apertura di un fascicolo.

Leggi anche –> Turchia-Italia, Diletta festeggia e Can Yaman reagisce così

AstraZeneca, è recentissimo anche il dramma di Camilla

Questo è un nuovo, drammatico caso che riguarda il vaccino AstraZeneca e che fa immediato seguito all’altrettanto tragica vicenda di Camilla. La giovane in questione viveva in Liguria e ha perso la vita sempre per via di una trombosi, dopo la prima dose di vaccino ricevuta alla fine di maggio.

Leggi anche –> Attacco di cuore al ladro dopo la rapina, lo salva la vittima

A distanza di una settimana sono emerse delle complicazioni che hanno condotto la 18enne a perdere la vita durante un ricovero in ospedale.

A seguito di questi e di altri casi controversi, le autorità sanitarie nazionali e regionali hanno deciso di limitare la somministrazione del vaccino AstraZeneca agli individui che hanno meno di 60 anni di età.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

La cosa ha avuto effetto immediato e ha portato anche all’annullamento di alcuni open day in cui erano previste le somministrazioni del ritrovato anglo-britannico.

FOTO Getty Images