Cashback, il governo Draghi lo manda in soffitta: cosa succede

0
190

Addio al Cashback, dopo soli sei mesi. L’Esecutivo presieduto da Mario Draghi lo sopprime a partire dal 1° luglio 2021.

CashBack
Cashback sospeso dal Governo Draghi Foto dal web

Niente più cashback, è ufficiale. Il governo Draghi ha scelto di togliere con effetto immediato il provvedimento che aveva come scopo principale quello di tracciare le operazioni finanziarie, debellando il fenomeno dell’evasione fiscale.

Leggi anche –> Variante Delta, Crisanti accusa: “L’emergenza non è passata”

Dopo sette mesi va quindi in soffitta tutto quanto, nonostante i piani originari parlassero di una messa in vigore fino a giugno 2022. Avranno luogo i rimborsi per il semestre gennaio-giungo 2021, con un massimo di 150 euro per chi ha compiuto almeno 50 pagamenti e di 1500 euro per chi ne ha effettuate di più.

Leggi anche –> William e Harry, clamoroso episodio: “Si odiano, sentite che hanno fatto”

Il cashback ha portato anche a dei disguidi rappresentati dall’operato dei cosiddetti furbetti, che ad esempio per fare benzina erano soliti pagare pochi centesimi per volta, per potere così ottenere un numero il più alto possibile di pagamenti e scalare la classifica.

Leggi anche –> Donna scomparsa da due mesi, forti sospetti su due figlie

Cashback, i partiti di destra esultano per questa scelta

Una volta arrivati i rimborsi per chi ha diritto, il cashback sparirà. Da parte delle principali forze politiche arrivano sensazioni e dichiarazioni contrastanti. Il Movimento 5 Stelle si è detto del tutto contrario mentre è dell’idea opposta Forza Italia.

Leggi anche –> Neonata di 5 mesi con sacco di plastica in testa, la scoperta della mamma

Anche il Partito Democratico critica la scelta del Governo Draghi di abolire il provvedimento. Il PD auspicava magari una correzione per questa misura e non immaginava certo una sospensione che pare essere proprio definitiva.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Neonata di 5 mesi con sacco di plastica in testa, la scoperta della mamma

Forza Italia e Fratelli d’Italia esprimono grande soddisfazione, al contrario. E definiscono questa introduzione voluta dal Movimento 5 Stelle e dall’ex Premier, Giuseppe Conte, non efficace ed anti economica. Anche sui social il dibattito è intenso sull’argomento.

Foto dal web