Italia Inghilterra, grave minaccia sul match: non è il Covid

0
613

Un imprevisto cresciuto nel corso delle ultime ore rischia seriamente di guastare la festa in Italia Inghilterra, finale di Euro 2020.

Italia Inghilterra gli azzurri nel prepartita
Italia Inghilterra gli azzurri nel prepartita Foto da Twitter

Per Italia Inghilterra, partita che decreterà chi tra le due squadre sarà la vincitrice degli Europei del 2020, la preoccupazione e la tensione non sono legate solamente al risultato sportivo. Né alla sempre presente spada di Damocle rappresentata dalla incombente problematica del Covid, che ha creato caos e sconquasso all’interno della redazione di Rai Sport negli ultimi due giorni.

Leggi anche –> Italia Inghilterra, altro stop per Covid in Rai: è un giornalista famosissimo

Ora viene alla luce un altro inconveniente, decisamente imprevisto ed impronosticabile. Il quale però può rischiare di portare a delle problematiche non da poco per i calciatori in campo. Da Wembley arrivano infatti notizie non certo rassicuranti in merito alla presenza di un qualcosa di inatteso allo stadio.

Si tratta di uno sciame di vaste proporzioni di formiche volanti. Questi insetti sono tipici dell’estate e sono soliti infestare abitualmente alcune zone soggette a precise condizioni ambientali. Sia naturali che direttamente provocate dall’uomo, come nel caso della situazione riguardo alla illuminazione artificiale.

Ad esprimere preoccupazione riguardo a tutto ciò per Italia Inghilterra è il tabloid d’Oltremanica “The Guardian”. E ci sarebbe anche una task force di esperti del settore che starebbe monitorando gli spostamenti di un folto gruppo di queste formiche svolazzanti. Addirittura avvalendosi anche di radar.

Leggi anche –> Inghilterra in lutto prima della finale con l’Italia: morto Paul Mariner

Italia Inghilterra, come stanno andando le cose

Gli spalti di Wembley saranno praticamente gremiti, con circa 60mila tifosi inglesi e con l’Inghilterra che, a conti fatti, gioca in casa. La presenza di supporters dell’Italia si attesta in circa 8-10mila persone.

Leggi anche –> Katia Serra, chi è l’ex calciatrice: prima donna a commentare l’Italia

La maggior parte è rappresentata da residenti a Londra e dintorni. Non mancano anche altri nostri connazionali che abitano stabilmente in altri paesi dell’Isola. Ad ogni modo i ragazzi di Roberto Mancini possono godere del largo sostegno di Scozia, Irlanda e di tutti quei Paesi che sono storicamente ostili all’Inghilterra ed alla Corona.

Addirittura sembra che anche molti francesi e tedeschi preferiscano una affermazione dell’Italia rispetto all’Inghilterra.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Riguardo l’invasione di insetti, si riscontra poi un precedente avvenuto proprio nel nostro Paese, ormai molti anni fa ed in circostanza comunque diverse. Avvenne in occasione di una partita della Sampdoria, con Walter Zenga a farne le spese più di tutti.