Focolaio al matrimonio | un intero comune finisce in lockdown

0
362

Dopo il ricevimento di nozze emerge un vasto focolaio al matrimonio. Ed ora a farne le spese è tutta una località composta da migliaia di persone.

Focolaio al matrimonio
Focolaio al matrimonio FOTO Getty Images

Un focolaio al matrimonio costringe tutta una località a dovere fare i conti con una improvvisa quanto rigida chiusura. Il tutto è accaduto in Sicilia, all’interno del territorio compreso nel Comune di Caltabellotta, in provincia di Agrigento.

Leggi anche –> Antonella Clerici, la confessione: “Fatto non a cuor leggero” FOTO

Una celebrazione tra un uomo ed una donna che, nei giorni scorsi, hanno convolato a giuste nozze, ha purtroppo portato al verificarsi di questo grosso inconveniente. Fra gli ospiti invitati, 23 sono risultati positivi.

Tutti loro risiedono proprio a Caltabellotta ma le autorità sanitarie del posto sono convinte che il numero di chi è rimasto coinvolto in questo focolaio al matrimonio debba aumentare. Tutti quanti i presenti al ricevimento hanno dovuto svolgere tamponi rapidi e molecolari, e da qui è emersa la positività di altri 13 individui.

Una situazione decisamente da non sottovalutare e che desta giustamente l’apprensione del sindaco della cittadina dell’Agrigentino. Il primo cittadino Calogero Cattano potrebbe seriamente richiedere al governatore della Regione Sicilia, Nello Musumeci, l’autorizzazione ad istituire la zona rossa su tutto quanto il perimetro lungo il quale si estende Caltabellotta.

Leggi anche –> Gaia Zorzi, la triste notizia svelata in diretta: “Sono stata colpita”

Focolaio al matrimonio, è solo l’ultimo caso di aumento dei contagi presso Agrigento

La vicenda è seguita anche dalla Asp di Agrigento ed una decisione dovrebbe giungere già in giornata. Più in generale l’andamento della pandemia in tutta la provincia sta mostrando un aumento preoccupante.

Leggi anche –> Laura Chiatti, è crisi con Marco Bocci? La coppia esce allo scoperto

I contagi sono in aumento e si rischia di avere un impatto tale da potere condurre l’intera regione in zona gialla. Come la Sicilia, anche il Lazio, la Campania, le Marche e l’Abruzzo stanno mostrando un indice di contagio Rt tale da poter far scattare la zona gialla.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Se le cose non dovessero migliorare, l’eventualità spiacevole è che proprio queste regioni possano lasciare lo status di zona bianca per dovere purtroppo andare incontro alla istituzione di nuove restrizioni per quanto riguarda la mobilità individuale.

FOTO Getty Images