Yuppies, sembra un’esclamazione, ma in moda descrive uno stile ben preciso

0
160

In moda Yuppies descrive uno stile molto particolare, risalente agli anni 80 e a tratti davvero assurdo, ma cos’è? Scopriamolo insieme

La lingua italiana è una delle più complesse e complicate, su questo non c’è dubbio. Molti termini seppur simili possono intendere significati contrastanti o al contrario, termini apparentemente diversi possono significare la stessa cosa. Così come nel linguaggio di tutti i giorni, lo stesso vale in quello della moda!

yuppies
Foto da Canva

L’italiano ha assorbito decisamente alcuni termini stranieri e quello di cui vogliamo parlarvi può sembrare una comunissima esclamazione, tuttavia vede tutt’altro che questo. Avete mai sentito parlare dello Yuppies? Un vero e proprio stile di moda, risalente circa agli anni 80 e che risulta tuttavia parecchio strano, anche se ai giorni nostri in realtà molti sembrano appartenergli. Ma perché? Scopriamolo insieme

LEGGI ANCHE: Chi è la firma di queste scarpe col tacco preziose? Prova a indovinare

Cos’è lo stile Yuppies? Non immagini davvero cosa possa significare

Durante gli anni 80, moltissimi newyorkesi hanno iniziato a sfoggiare uno stile particolare, ben preciso e con regole stabilite: bisognava nel modo più assoluto apparire fighi, ricchi e provenienti da famiglie benestanti. Tutto questo da dove derivava? Da uno stile leggermente più antico che arrivava direttamente dai reali ricchi abitanti di New York.

yuppies
Esempio di stile Yuppies pre anni 80
Fonto da Canva

LEGGI ANCHE: Paola Turani e quella tutina del suo baby che non passa inosservata: graziosa è dir poco

Il modo in cui bisognava vestire doveva corrispondere ad una specifica ‘classe sociale’, ovvero quella ricca o comunque appartenente all’alta borghesia. Quindi completi ben stirati, perfettamente abbinati nelle forme, nei colori e nelle occasioni. Tutto doveva assolutamente apparire perfetto e ben presto questo stile abbracciò anche coloro che di certo non appartenevano a famiglie ricche o benestanti.

Questi ricchi newyorkesi vennero presto soprannominati yuppies poiché la parola risulta l’unione di young, urban e professional. Sempre più ragazzi iniziarono quindi a ricercare nei capi indossati una vera autenticità, sfoggiando outfit al limite dell’eleganza, anche durante i classici look da giorno. Giacche, blazer, pantaloni lunghi senza risvoltini, gioielli, gemelli affissati alle maniche delle camicie, colletti dritti, cravatte, papillon e chi più ne ha più ne metta. 

LEGGI ANCHE: Buon compleanno, Antonella Elia! Per i suoi anni, la raccontiamo in 5 pillole di stile

yuppies
Esempio di stile yuppies odierno Foto da Canva

E se volessimo riprodurre lo stile Yuppies anche oggi? Di certo è importante saper scegliere a dovere l’armonia tra i colori. Quindi dovremo prediligere o i classici completi che noi italiani definiamo smoking, oppure optare per trench molto morbidi dalle nuance scure e classiche come il nero, il blu notte, il tortora, il beige o l’avana. Maglioncini, pantaloni regular oppure gonne a matita riusciranno a contribuire allo stile Yuppies. Da bandire assolutamente i colori vistosi, i gioielli troppo grossi o le scarpe sportive. Pronti a sfoggiare i vostri look da veri ricchi in giro per le strade del viale?