Chiellini, perché l’Italia ha vinto? “Per il Kiricocho” | VIDEO

0
204

C’è un segreto buffo a monte del trionfo della Nazionale agli Europei 2020. Ed è Giorgio Chiellini, divertitissimo, a confermare tutto.

Giorgio Chiellini e il Kiricocho
Giorgio Chiellini e il Kiricocho FOTO Getty Images

Emerge uno spassoso retroscena che riguarda la finale di Euro 2020, Italia Inghilterra. E che vede come assoluto protagonista Giorgio Chiellini. Il difensore della Juventus, capitano della Nazionale, è diventato il simbolo di questo strepitoso successo degli azzurri.

Leggi anche –> Temptation Island, la coppia non si sposa più: “Litighiamo ogni giorno”

Lui ha replicato sempre con il sorriso ad ogni avversità emersa contro la squadra di Roberto Mancini, in campo e fuori. Il tifo contro, i fischi all’inno, le provocazioni…tutto è stato cancellato dal buonumore ma anche dall’agonismo del baluardo difensivo toscano.

Che, in coppia con l’amico e compagno di squadra alla Juve, Leonardo Bonucci, ha fatto si che la coppa prendesse la strada di Roma. Ci sono alcuni filmati su Chiellini che lo inquadrano mentre esclama qualcosa di insolito, durante la lotteria dei rigori in Italia Inghilterra.

Lui stesso ha confermato la cosa con un intervento social. La parola proferita è insolita e trae origine da una “maledizione” divenuta ben famosa in Argentina, da dove ha evidentemente avuto origine. La parola “Kiricocho”, Chiellini l’ha esclamata quando l’inglese Saka si era presentato dal dischetto, facendosi neutralizzare il tiro dal nostro Donnarumma.

Leggi anche –> Sangiovanni, l’ammissione terribile: “Insultato in strada così”

Chiellini, grazie al Kiricocho: “Confermo tutto”

Questa stramba superstizione che fa riferimento al termine “Kiricocho” è una cosa vecchia di 40 anni. In Argentina sono convintissimi che sia stato il segreto alla base della vittoria dell’Estudiantes nel 1982/1983. Kiricocho era in realtà una persona, ritenuta uno iettatore.

E l’allenatore della squadra biancorossa ai tempi. Carlos Bilardo, lo inviò sistematicamente ad assistere agli allenamenti delle compagini avversarie. Inoltre lui aveva anche il suo posto fisso allo stadio, in casa o in trasferta.

Leggi anche –> Alessia Macari è incinta e punge Belen: “Me li ha rubati”

Quell’Estudiantes vinse tutte le partite del campionato, conquistando il titolo nazionale. L’unica sconfitta giunse contro il Boca Juniors. E indovinate? In quella gara lo iettatore Kiricocho non era presente. Ma c’è anche un precedente alquanto recente rispetto a Chiellini.

Leggi anche –> Contagi, disastro in Olanda dopo le riaperture selvagge: numeri paurosi

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Ai Mondiali di Sudafrica 2010 si giocava Spagna-Olanda. Robben era lanciato in porta contro il solo Casillas quando l’iberico Joan Capdevila urlò a squarciagola “Kiricocho”. E Robben fallì un gol semplice. Ora proprio “Re Giorgio” scherza a mezzo social con un giornalista argentino.

FOTO Getty Images